Close
Antichità Giglio

Tavoli, scrittoi e scrivanie antiche

Possiedi o hai ereditato un tavolo antico, uno scrittoio o una scrivania antica e vuoi sapere il loro valore? Antichità Giglio valuta gratuitamente intere collezioni di arte e antiquariato e singoli elementi di arredo come i tavoli e le scrivanie antiche.


Valutazione tavoli e scrivanie antiche, i parametri fondamentali


La prima cosa da considerare nella valutazione di un tavolo o di una scrivania antichi è l’epoca di produzione dell’oggetto. Un mobile antico assume infatti un valore maggiore se è originale, e quindi antico, piuttosto che in stile ma di fattura più recente.

Altri aspetti che vengono considerati nella valutazione di tavoli antichi e scrivanie antiche sono: lo stato di conservazione, la qualità tecnica, l’utilizzo di materiali più o meno pregiati, l’attribuzione ad un ebanista o ad una bottega, la provenienza e la rarità. Tuttavia, oltre a fattori oggettivi come quelli appena elencati, entrano in gioco nella stima dei tavoli, scrittoi e scrivanie antiche anche elementi più soggetti come l’estetica complessiva dell’oggetto, che richiedono professionalità, esperienza e profonda conoscenza dei mobili antichi, del mercato dell’arte e dei gusti dei collezionisti.

Storia dei tavoli antichi

I tavoli sono tra i mobili più antichi usati dall’uomo, in quanto nascono con una funzione esclusivamente pratica culturale, domestica o commerciale. Il tavolo ha la sua origine già nell’Antico Egitto ma inizia ad essere utilizzato come mobile fisso solo nel Trecento.

Nel XIV secolo i tavoli sono costituiti da un piano poggiante su gambe fisse unite da una traversa, che fungeva da appoggio per i piedi dei commensali. Questa tipologia di tavolo antico ha il nome di tavolo fratino, perché spesso usato nei conventi. Tra il Trecento e il Cinquecento vengono prodotti nuovi modelli di tavoli e, oltre ai tavoli da mensa, iniziano a diffondersi tavoli con altri usi, anche solo decorativi.

In epoca rinascimentale i tavoli antichi assumono una struttura più imponente e massiccia, stile che si diffonderà non solo in Italia ma anche nel resto d’Europa. Nel corso del XVII secolo vengono introdotti nuovi modelli di tavoli destinati ad usi specifici seguendo gli stili delle varie epoche e delle diverse aree geografiche di produzione; la struttura tende comunque a snellirsi e alleggerirsi. Alcune tipologie di tavoli antichi sono: i tavoli da lavoro, tavoli da gioco, da toeletta, da biblioteca, da centro, da lettura, da muro, da pranzo, da servizio, da refettorio e da caffè. Mentre alcuni modelli introdotti nei vari secoli sono: i tavoli a fagiolo, a bandelle, a lira, a fazzoletto, a cancello, all’inglese, alla bolognese, a violino, ecc.

Storia delle scrivanie antiche

La scrivania, nota anche scrittoio, come mobile per scrivere corredato da cassetti o ripostigli si afferma solo nel Quattrocento. Nel XVI secolo, a Firenze, inizia a diffondersi lo stipo-scrittoio, ovvero un mobile a doppio corpo costituito da una parte inferiore a sportelli e una superiore chiusa a ribalta che si apriva mostrando il piano di scrittura e i cassetti.

Nel Seicento vengono introdotte le ribalte antiche mentre nel Settecento i sécrétaires e i bureaux in Francia. Le scrivanie antiche vengono realizzate in diversi modelli che seguono tuttavia lo stile dei tavoli e dei mobili nelle varie epoche e aree di produzione. Molto frequenti ad esempio sono le scrivanie Luigi XV con applicazioni in bronzo dorato e legni esotici.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano
e iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.

Antichità Giglio è iscritta alla FIMA (Federazione Mercanti D'Arte Antica),
all’Associazione Antiquari Milanesi e all’AAI (Associazione Antiquari d’Italia).

Federazione Italiana Mercanti d’Arte
Associazione Antiquari Milanesi
Associazione Antiquari d’Italia

Una prima valutazione di scrivanie, scrittoi e tavoli antichi è sempre gratuita, se finalizzata a scopo di vendita, anche senza impegno o alcun vincolo per i vostri mobili. La valutazione è inoltre molto semplice, professionale e veloce, basta seguire il nostro modulo online oppure inviare delle foto e una breve descrizione alla nostra e-mail info@antichitagiglio.it o su Whatsapp al numero 335 63.79.151. La valutazione tramite fotografia non è da considerarsi definitiva, in quanto una visione dal vero è sicuramente più esaustiva.

Antichità Giglio mette la sua competenza ed esperienza a vostra disposizione per la valutazione dei mobili antichi, non esitate a contattarci anche per avere più informazioni sui nostri servizi o sui nostri oggetti disponibili nella nostra Galleria a Milano.

 

Vuoi una valutazione?
Contattaci senza impegno!

Compila il modulo oppure contattaci al numero
02 29.40.31.46 o al 335 63.79.151
Acquistiamo dipinti antichi, dell'800 e del '900, arte moderna e design, sculture, mobili antichi, oggetti d'arte e antiquariato orientale.

Le valutazioni sono fornite gratuitamente se richieste a scopo di vendita presso la nostra galleria, anche senza impegno, ma a nostra discrezione.

Ti invitiamo anche a leggere cosa NON acquistiamo, prima di inviare la richiesta

Informazioni Personali



Invio fotografie


885758