Close
Antichità Giglio

Dodici piatti raffiguranti 'Vedute del Regno', Napoli, secondo quarto del XIX secolo

COD. 1397
Dodici piatti raffiguranti 'Vedute del Regno', Napoli, secondo quarto del XIX secolo

in porcellana policroma

Dodici piatti in porcellana policroma e dorata, Napoli, secondo quarto del XIX secolo raffiguranti Vedute del Regno
diametro cm 22
I piatti presentano una tesa decorata da fregi vegetali stilizzati in oro lucido su oro opaco diversi da piatto a piatto. Nei cavetti sono raffigurate in policromia le seguenti vedute:

Real Palazzo di Capodimonte

Tempio di otto lati dedicato a Giunone al Capo d'Averno

Veduta del camino da Napoli a Pesto

Castello dell'Ovo dell'Acqua Ferrata

Antico Castello di Montebello in Calabria Ultra

Sbocco del Canale del faro di Messino

Marina Piccola di Sorrento

Ponte a Sorrento

Marina di Pozzano a Castellammare

Napoli dalla strada nuova del campo

Avanzi delle famose Fabriche della Città di Cuma

Real Casino di Portici

Titolati al verso

Le élite europee tra Neoclassicismo e Romanticismo percorsero la nostra penisola alla ricerca di bellezza e di storia, raccontate dalle opere d’arte e dai monumenti italiani. Il desiderio di trattenere con sé l’emozione delle magnifiche vedute e dei tesori incontrati crearono il bisogno di una produzione di dipinti, sculture, miniature, incisioni e ceramiche che ricordassero il loro viaggio. I souvenirs d’Italie. Napoli e il suo territorio furono meta privilegiata per i viaggiatori curiosi delle rovine classiche o desiderosi di avventurarsi nei misteri naturali di un vulcano attivo o di conoscere i costumi degli abitanti. Sono questi i temi trattati dalla celebre produzione di porcellana partenopea. Voluta da Carlo III a Capodimonte, passata di mano al figlio Ferdinando IV e poi sotto il dominio napoleonico a Poulard Prad e poi numerose piccole manifatture tra cui quella di Raffaele Giovine. Nella ricca produzione troviamo rappresentati i temi classici come le vedute del Regno, i costumi del Regno, le rovine classiche e i soggetti mitologici. E’ noto lo splendido Servizio delle Vedute del Regno detto Dell’Oca in porcellana composto da ben 411 pezzi e decorato nel cavetto con vedute napoletane e delle principali città del Regno, scorci caratteristici, vedute del Vesuvio, delle isole, dei porti e dell’entroterra. Il servizio datato 1793 – 1795 è l’eccellenza di una serie di servizi con le vedute del Regno che saranno prodotte sino alla metà del XIX secolo. I repertori grafici derivano spesso dalle cosiddette Vestiture del Regno e la Raccolta delle più interessanti vedute della città di Napoli di Giuseppe Bracci e incisa da Antonio Cardon tra 1765 e il 1770.  Il gruppo qui presentato è databile attorno al 1830-1835 e, dato l’impianto decorativo, può essere collocato in un ambito vicino a Raffaele Giovine che, dopo essere stato alle dipendenze di Giovanni Pattey, aprì il suo laboratorio verso il 1825.

 


DISPONIBILE
NUOVI ARRIVI

DESIDERI VENDERE DIPINTI o ANTIQUARIATO?
VUOI UNA VALUTAZIONE GRATUITA?
CONTATTACI SENZA IMPEGNO!

Compila il modulo oppure contattaci ai numeri

Cellulare 335 63.79.151WhatsApp335 63.79.151Telefono Galleria 02 29.40.31.46 o tramite email
info@antichitagiglio.it
Acquistiamo in tutta Italia.
Pagamenti Immediati:
Acqustiamo Antiquariato orientale, Mobili e Illuminazione di Design anni 40 - 50 - 60 - 70, Dipinti Antichi, Dipinti del '800 e del '900, Sculture, Bronzi, Argenteria usata, Lampadari, Mobili Antichi, Intere Eredita` e tanto altro…
Sopralluoghi e valutazioni gratuite

Le valutazioni sono fornite gratuitamente se richieste a scopo di vendita presso la nostra galleria, anche senza impegno, ma a nostra discrezione.

Ti invitiamo anche a leggere cosa NON acquistiamo, prima di inviare la richiesta

Informazioni Personali



Invio fotografie

Choose File...
Choose File...
Choose File...
Choose File...
Choose File...
Choose File...

90009