Close
Antichità Giglio

La galleria Antichità Giglio si occupa dal 1978 dell'acquisto e della vendita di dipinti antichi, dipinti dell'800, dipinti del '900 e di arte moderna e contemporanea. Lino Giglio, il titolare, è un perito iscritto alla Camera di Commercio di Milano e all'Albo del Tribunale di Milano.

Richiedi una Valutazione.

Contattaci senza impegno per ricevere una valutazione gratuita delle tue opere: chiamaci al numero 02 29.40.31.46 o al cellulare 335 63.79.151 o inviaci una mail a info@antichitagiglio.it!

Zampighi Eugenio

(Modena, 1859 – Maranello, 1944)

Eugenio Zampighi nasce a Modena nel 1859. Circondato da artisti, suo padre era, infatti, uno scultore ornatista e suo zio un pittore, Zampighi, a soli 13 anni, nel 1872 viene ammesso all’Accademia di Belle Arti di Modena dove comincia a frequentare i corsi di Adeodato Malatesta e Antonio Simonazzi.

Dal 1873 al 1878 a parte della società d’incoraggiamento per gli artisti e nel 1880 partecipa sia al Premio Magnanini per la pittura con l’opera Ricchezza e povertà, sia al premio Poletti. Vincerà quest’ultimo premio con l’opera Un gladiatore reziario ferito nell’Anfiteatro Flavio, tela che gli consentirà di vincere una borsa di studio di tre anni a Roma e un anno a Firenze.

Tra Roma e Firenze, Zampighi incentrerà i suoi lavori su tematiche del tempo, attirando forti critiche dalle commissioni giudicatrici, critiche che poi lo porteranno a concentrarsi su tematiche più ricercate dal mercato internazionale, quali scene allegre di vita rurale italiana, molto apprezzate dai collezionisti stranieri perché liberi da ogni immagine di critica e denuncia sociale.

I tratti delle opere di Zampighi seppur immediati e realistici non erano dipinti dal vero, bensì servendosi della fotografie scattate ai soggetti in questione: anziani, mamme e bambini, tutto accuratamente studiato, dalla posa all’abbigliamento, all’ambientazione.

Zampighi realizzava i suoi scatti con la tecnica della gelatina ai sali d’argento su carta baritata oppure, all’inizio, all’albumina su carta, per inventare e creare man mano i propri dipinti, vere e proprie composizioni.

Tra le tele più famose Dalla nonna, Le ciliegie appena colteGiochi di bambiniInterno con due donne e un neonato, L’ombrello. Tutte queste opere presentano elementi caratteristici: stessi suppellettili e stessi personaggi in diverse opere. Ad esempio: il panciuto recipiente giallo con collo strozzato e allungato, l’uomo anziano che porge alcune ciliegie ad un bambino in braccio alla giovane madre ricorrano in due o più opere del Zampighi.

Tra le opere d’arte dell’artista modenese anche alcune stampe che lui stesso utilizzava come book fotografico per presentare se stesso e le i suoi lavori ai commercianti d’arte o agli acquirenti stranieri. Quindi uno Zampighi che sdoppia l’utilizzo della fotografia: da una parte crea un album personale, dall’altra si serve degli scatti appositamente studiati per realizzare i suoi dipinti.

Il repertorio artistico di Eugenio Zampighi, artista eclettico, si arricchisce di un ulteriore album di schizzi e disegni, realizzati per studiare gli effetti chiaroscurali e i contrasti luminosi, poi utili alla composizione delle sue opere.

Muore a Maranello nel 1944.


Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano
e iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.

Antichità Giglio è iscritta alla FIMA (Federazione Mercanti D'Arte Antica),
all’Associazione Antiquari Milanesi e all’AAI (Associazione Antiquari d’Italia).

Federazione Italiana Mercanti d’Arte
Associazione Antiquari Milanesi
Associazione Antiquari d’Italia

Vuoi una valutazione?
Contattaci senza impegno!

Compila il modulo oppure contattaci al numero
02 29.40.31.46 o al 335 63.79.151
Acquistiamo dipinti antichi, dell'800 e del '900, arte moderna e design, sculture, mobili antichi, oggetti d'arte e antiquariato orientale.

Le valutazioni sono fornite gratuitamente se richieste a scopo di vendita presso la nostra galleria, anche senza impegno, ma a nostra discrezione.

Ti invitiamo anche a leggere cosa NON acquistiamo, prima di inviare la richiesta

Informazioni Personali



Invio fotografie


190118