Close
Antichità Giglio

La galleria Antichità Giglio si occupa dal 1978 dell'acquisto e della vendita di dipinti antichi, dipinti dell'800, dipinti del '900 e di arte moderna e contemporanea. Lino Giglio, il titolare, è un perito iscritto alla Camera di Commercio di Milano e all'Albo del Tribunale di Milano.

Richiedi una Valutazione.

Contattaci senza impegno per ricevere una valutazione gratuita delle tue opere: chiamaci al numero 02 29.40.31.46 o al cellulare 335 63.79.151 o inviaci una mail a info@antichitagiglio.it!

Ulisse Caputo

(Salerno, 4 novembre 1872 – Parigi, 1948)

Ulisse Caputo nacque a Salerno il 4 novembre del 1872 da Ermenegildo e da Francesca San Martino. I suoi primi insegnamenti li ricevette a Cava dei Tirreni da Riccardo Alfieri.

Più tardi entrò nell’Istituto di Belle Arti di Napoli e qui fu allievo di Stanislao Lista nella scuola di disegno e di Domenico Morelli in quella di pittura. A causa di disgrazie finanziarie del padre, fu costretto  a interrompere gli studi, e poté riprenderli tempo dopo proprio grazie al padre e ai sacrifici che fece.

Tornò  a Napoli ma qui fu deluso dall’istituto di Belle Arti e frequentò lo studio del salernitano Gaetano Esposito, un artista inquieto ma consapevole della forza della sua pittura.

L’esordio di Caputo non fu molto fortunato. Ad esclusione di Dopo la sonata e Andante appassionato, i suoi quadri presentati passarono inosservati. Da qui la voglia di trasferirsi a Parigi, che al contrario dell’esordio si affermò molto presto e il successo crebbe anno per anno con opere come La vedova nel Salon e Piazza dell’Osservatorio rispettivamente nel 1901 e nel 1903, Nello studio (1905), La straniera e Quartiere latino (1907), Nel caffè (1909), Sera d’estate (1911).

Da questo momento figurò in tutte le più importanti mostre internazionali. A Londra nel 1904 all’Esposizione di Belle Arti del Cairo, nel 1905 alla mostra di Buenos Aires e nel 1910, ancora a Buenos Aires, dove presentò  AcquazzoneImpressioni parigine e Una prova.

Molte furono anche le mostre in terra italiana. Alla Mostra nazionale di Belle Arti di Milano nel 1906 presentò La Senna dal Louvre e Ai primi albori e a Venezia  si distinse soprattutto nella mostra del 1907 e del 1909 con Alle prove e Effetto di notte, dipinto che venne acquistato da Vittorio Emanuele III.

Nel 1909, si impose anche come incisore alla mostra internazionale di Roma  con La lampada giapponese e Al quartiere latino. Qui confermò il gusto e l’eleganza della sua immensa arte, disinvolta, rapida e vivace.

Dal 1913 al 1918, Caputo ha continuato a viaggiare, a dipingere  e ad esporre e Salerno, sua città natale, gli ha dedicato una mostra  presso il Palazzo S. Agostino dal dicembre 1997 al gennaio 1998. Morì 13 Ottobre 1948 a Parigi.


Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano
e iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.

Antichità Giglio è iscritta alla FIMA (Federazione Mercanti D'Arte Antica),
all’Associazione Antiquari Milanesi e all’AAI (Associazione Antiquari d’Italia).

Federazione Italiana Mercanti d’Arte
Associazione Antiquari Milanesi
Associazione Antiquari d’Italia

Vuoi una valutazione?
Contattaci senza impegno!

Compila il modulo oppure contattaci al numero
02 29.40.31.46 o al 335 63.79.151
Acquistiamo dipinti antichi, dell'800 e del '900, arte moderna e design, sculture, mobili antichi, oggetti d'arte e antiquariato orientale.

Le valutazioni sono fornite gratuitamente se richieste a scopo di vendita presso la nostra galleria, anche senza impegno, ma a nostra discrezione.

Ti invitiamo anche a leggere cosa NON acquistiamo, prima di inviare la richiesta

Informazioni Personali



Invio fotografie


367027