Close
Antichità Giglio

La galleria Antichità Giglio si occupa dal 1978 dell'acquisto e della vendita di dipinti antichi, dipinti dell'800, dipinti del '900 e di arte moderna e contemporanea. Lino Giglio, il titolare, è un perito iscritto alla Camera di Commercio di Milano e all'Albo del Tribunale di Milano.

Richiedi una Valutazione.

Contattaci senza impegno per ricevere una valutazione gratuita delle tue opere: chiamaci al numero 02 29.40.31.46 o al cellulare 335 63.79.151 o inviaci una mail a info@antichitagiglio.it!

Induno Domenico

(Milano, 14 maggio 1815 – 5 novembre 1878)

Induno Domenico nacque a Milano nel 1815  e sin dai primi anni della sua adolescenza iniziò a vivere a stretto contatto con il mondo del lavoro, lavorando come orafo nella bottega di Luigi Cossa che collaborava con la Zecca di Stato che lo convinse a iscriversi all’Accademia di Brera.

Le sue doti artistiche furono subito notate da personalità emergenti quali Luigi Sabelli, Pompeo Marchesi e Hayez che furono per Induno un vero e proprio punto di riferimento per la sua formazione. Il suo talento fu notevolmente riconosciuto e premiato con numerosi riconoscimenti.

Nei primi anni della sua carriera >espose a Brera diverse delle sue opere quali Bruto giura di vendicare la morte di LucreziaS. Martino che divide il suo mantello con un mendicante e Alessandro infermo vuota la coppa offertagli dal medico Filippo, opera che gli valse il premio di pittura dell’Accademia.

Nella sua pittura spicca la naturale facilità esecutiva e le spiccate doti narrative e una propensione all’inclinazione realista con un leggero gusto classico aperto però al pathos e all’epicità della storia romantica. Propensione che si evidenzia nelle opere quali la Preghiera e l’Orfanella in preghiera. Con l’opera l’Uccellatore si sancisce il cambiamento stilistico dell’artista che decide di affacciarsi al genere olandese e fiammingo del Seicento.

Con il passare degli anni e con la sua rispettiva crescita artistica lo stile dell’Induno acquista sempre di più un propensione al realismo cosa che si manifesta in alcuni suoi dipinti ispirati alle cinque giornate di Milano. La sua pittura, quindi, fonde i principi morali e poetici dei primi anni con quelli realistici e paesaggistici con cui decide di cimentarsi.

Verso la metà del secolo Induno ottenne una notevole fama e notorietà che gli garantirono un notevole benessere economico grazie anche alla possibilità di esporre periodicamente alle Promotrici di Firenze, Genova e Torino. Gli ultimi anni della sua attività furono segnati da un notevole diradamento della sua attività dando maggior enfasi a uno stile pittorico più malinconico e nostalgico.  Morì a Milano nel 1878.


Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano
e iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.

Antichità Giglio è iscritta alla FIMA (Federazione Mercanti D'Arte Antica),
all’Associazione Antiquari Milanesi e all’AAI (Associazione Antiquari d’Italia).

Federazione Italiana Mercanti d’Arte
Associazione Antiquari Milanesi
Associazione Antiquari d’Italia

Vuoi una valutazione?
Contattaci senza impegno!

Compila il modulo oppure contattaci al numero
02 29.40.31.46 o al 335 63.79.151
Acquistiamo dipinti antichi, dell'800 e del '900, arte moderna e design, sculture, mobili antichi, oggetti d'arte e antiquariato orientale.

Le valutazioni sono fornite gratuitamente se richieste a scopo di vendita presso la nostra galleria, anche senza impegno, ma a nostra discrezione.

Ti invitiamo anche a leggere cosa NON acquistiamo, prima di inviare la richiesta

Informazioni Personali



Invio fotografie


801904