Close
Antichità Giglio
Giovanni Fattori

(Livorno, 6 settembre 1825 – Firenze, 30 agosto 1908)

Pittore ed incisore italiano, Giovanni Fattori è senza dubbio uno dei piò importanti esponenti dei Macchiaioli, ovvero quella corrente artistica che si pone a cavallo tra Ottocento e Novecento come un movimento pittorico che prende il nome dalla tipica assenza di linea e punto geometrico. Questi pittori &ndash, annoveriamo, oltre  al Fattori, anche Silvestro Lega e Telemaco Signorini &ndash, opponendosi al Romanticismo, al Neoclassicismo ed al Purismo, si dicono veristi in quanto sottolineano che l’immagine del vero (della realtà) è un contrasto di macchie di colore e di chiaroscuro, eliminando cosò la linea ed il punto geometrico che sono tipici di quelle correnti artistiche.

Innamorato della sua Toscana, Giovanni Fattori anticipò, nei suoi dipinti senza tempo, i tipici giochi di luce degli Impressionisti, sperimentando, oltre alla pittura, anche altre arti come l’incisione, utili a rappresentare la sua terra ed il suo paesaggio, quello della Maremma Toscana.
Fattori nasceva a Livorno nel 1825, e sin da ragazzino aveva manifestato la sua passione e la sua propensione verso l’arte ed in particolare verso la pittura: artista produttivo e particolarmente impegnato &ndash, per un periodo &ndash, anche politicamente, Fattori ha iniziato a dipingere sin da quando aveva 15 anni, quando fu mandato dalla famiglia a prendere lezioni di pittura per perfezionare la sua arte già latente ed in parte manifesta.

L’artista è coinvolto nel 1848 nei moti risorgimentali, ed in particolare l’assedio di Livorno &ndash, avvenuto nell’anno successivo &ndash, segna particolarmente il Fattori uomo ma anche il Fattori pittore, che proprio in quel periodo inizia a dipingere battaglie, guerre e soldati, facendo diventare il tema militare un tema quasi unico nella sua pittura.
La sua propensione verso la macchia di colore e l’esclusione delle linee geometriche sono appartenenti al periodo della sua frequentazione del Caffè Michelangelo: a Firenze, nel 1850 Fattori inizia a riunirsi con altri coetanei o appassionati d’arte per discutere, con essi, nuove strade da percorrere, strade preferibilmente assolutamente antiaccademiche, cosò come lo è lo scopo del movimento.

Nasce cosò la corrente dei macchiaioli di cui il pittore Fattori fa parte: la macchia di colore esplode in moltissime sue opere, sia in quelle dal tema militare &ndash, come Il campo italiano dopo la Battaglia di Magenta, considerato il primo quadro italiano di storia contemporanea &ndash, sia in quelle dal tema familiare e nei paesaggi della Toscana, particolarmente graditi a Fattori. 
Da ricordare, a questo proposito, opere come La Torre rossa, Ritratto della cugina Argia, La rotonda Palmieri e Carro con i buoi.



Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano
e iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.

Antichità Giglio è iscritta alla FIMA (Federazione Mercanti D'Arte Antica),
all’Associazione Antiquari Milanesi e all’AAI (Associazione Antiquari d’Italia).

Federazione Italiana Mercanti d’Arte
Associazione Antiquari Milanesi
Associazione Antiquari d’Italia

Vuoi una valutazione?
Contattaci senza impegno!

Compila il modulo oppure contattaci al numero
02 29.40.31.46 o al 335 63.79.151
Acquistiamo dipinti antichi, dell'800 e del '900, arte moderna e design, sculture, mobili antichi, oggetti d'arte e antiquariato orientale.

Le valutazioni sono fornite gratuitamente se richieste a scopo di vendita presso la nostra galleria, anche senza impegno, ma a nostra discrezione.

Ti invitiamo anche a leggere cosa NON acquistiamo, prima di inviare la richiesta

Informazioni Personali



Invio fotografie


450579