Close
Antichità Giglio

La galleria Antichità Giglio si occupa dal 1978 dell'acquisto e della vendita di dipinti antichi, dipinti dell'800, dipinti del '900 e di arte moderna e contemporanea. Lino Giglio, il titolare, è un perito iscritto alla Camera di Commercio di Milano e all'Albo del Tribunale di Milano.

Richiedi una Valutazione.

Contattaci senza impegno per ricevere una valutazione gratuita delle tue opere: chiamaci al numero 02 29.40.31.46 o al cellulare 335 63.79.151 o inviaci una mail a info@antichitagiglio.it!

Daniele Ranzoni

(Intra, 3 dicembre 1843 – 20 ottobre 1889)

Nato a Intra il 3 dicembre 1843, Daniele Ranzoni fu un pittore italiano particolarmente animato da spirito di ribellione ed anticonformismo che lo avvicinarono sin dalla prima formazione artistica al movimento della Scapigliatura.

Questa corrente, infatti, era un movimento molto ribelle e particolare – senza alcuna base teorica – che si riferiva alla conduzione di una vita disordinata e spesso anticonformista degli artisti parigini: la Scapigliatura ebbe inizio in Francia, ma poi si spostò anche in altre nazioni, tra cui, appunto, l’Italia.

Daniele Ranzoni ebbe modo di frequentare, sin da giovane, diverse accademie: grande appassionato di arte, fu allievo prima dell’Accademia di Brera, e poi dell’Accademia Albertina di Torino.

Tuttavia, il suo interesse artistico si sviluppò nella fertile cittadina di Intra, in cui ebbe modo non solo di conoscere gli elementi costitutivi della Scapigliatura, ma anche di stringere rapporti con artisti ed altri intellettuali dell’epoca, insieme ai quali riuscì a crescere dal punto di vista artistico e culturale. Proprio in quegli anni, fu spesso ospite dei Principi Troubetzkoy a Intra, dove poté vivere in parte in un contesto meno tormentato rispetto a quello che fu caratteristico di tutta la sua vita.

Fu per un certo periodo a Londra, ma una volta tornato in Italia, ebbe modo di portare a termine alcune delle opere più belle e degne di menzione: il Ritratto della contessa Arrivabene, del 1880, e la Giovinetta in bianco, del 1885, ne furono esempio lampante.

Purtroppo il pittore era spesso vittima di crisi depressive ed attacchi nervosi; negli ultimi anni della sua esistenza, infatti, venne ricoverato per alcuni mesi in ospedale psichiatrico, e non guarì mai dalla grave situazione di depressione nella quale era caduto. Dopo il 1885, data in cui si ricorda la sua ultima opera importante, il pittore smise gradualmente di dipingere, e morì ad Intra solo qualche anno dopo, nel 1889.


Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano
e iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.

Antichità Giglio è iscritta alla FIMA (Federazione Mercanti D'Arte Antica),
all’Associazione Antiquari Milanesi e all’AAI (Associazione Antiquari d’Italia).

Federazione Italiana Mercanti d’Arte
Associazione Antiquari Milanesi
Associazione Antiquari d’Italia

Vuoi una valutazione?
Contattaci senza impegno!

Compila il modulo oppure contattaci al numero
02 29.40.31.46 o al 335 63.79.151
Acquistiamo dipinti antichi, dell'800 e del '900, arte moderna e design, sculture, mobili antichi, oggetti d'arte e antiquariato orientale.

Le valutazioni sono fornite gratuitamente se richieste a scopo di vendita presso la nostra galleria, anche senza impegno, ma a nostra discrezione.

Ti invitiamo anche a leggere cosa NON acquistiamo, prima di inviare la richiesta

Informazioni Personali



Invio fotografie


130675