Close
Antichità Giglio

La galleria Antichità Giglio si occupa dal 1978 dell'acquisto e della vendita di dipinti antichi, dipinti dell'800, dipinti del '900 e di arte moderna e contemporanea. Lino Giglio, il titolare, è un perito iscritto alla Camera di Commercio di Milano e all'Albo del Tribunale di Milano.

Richiedi una Valutazione.

Contattaci senza impegno per ricevere una valutazione gratuita delle tue opere: chiamaci al numero 02 29.40.31.46 o al cellulare 335 63.79.151 o inviaci una mail a info@antichitagiglio.it!

Paris Bordon

(Treviso, 5 luglio 1500 – Venezia, 19 gennaio 1571)

Nato a Treviso il 5 luglio 1500, Paris Bordon – detto anche Paris Bordone, ma il vero nome per intero era tuttavia Paris Paschalinus Bordon – fu un pittore interessante per la sua epoca, ma non solo.

Pittore rinascimentale, Paris Bordon ebbe modo di collaborare con Tiziano, uno dei più innovativi, flessibili e poliedrici artisti di quel tempo, il quale era stato in grado di coniugare le forme ed i colori rinascimentali con il dinamismo cromatico (e non solo) proprio del Manierismo: non a caso, Tiziano Vecellio era stato uno dei pochi artisti del suo tempo ad avere una sua azienda più che una bottega, nella quale non solo produceva opere proprie, ma assecondava la formazione artistica e culturale di giovani artisti, proprio come Bordon.

Secondo quanto è emerso da una notizia del Vasari – che dovette incontrare il pittore quando ormai era anziano e non più operativo – il Bordon non vide di buon occhio la collaborazione con Tiziano, dal quale si distaccò non appena raggiunse una propria autonomia.

Le opere che si attribuiscono al Bordone sono parecchie, alcune di esse simili a quelle del Tiziano, molte altre invece famose per il tentativo di discostarsi dal suo maestro: ricordiamo, a partire dal 1520 – all’età di soli 20 anni – il dipinto relativo alla Sacra Famiglia a Firenze, la Sacra Conversazione con Donatore, e la Sacra Famiglia con santa Caterina (che si trova oggi conservata nei Musei dell’Ermitage).

Il pittore fu anche creatore di diverse pale d’altare, come quella per la chiesa di Sant’Agostino a Crema, e dipinti murari soprattutto a Venezia, ma non fu certo apprezzato per questo genere quanto per le opere di piccole dimensioni, come ritratti e mezze figure. Il suo capolavoro, tuttavia, risale al 1525, la Consegna dell’anello al Doge.

Alcune suoi dipinti famosi sono conservate a Londra, mentre molte altre sono divise tra Treviso, Venezia, Parigi, e Vienna.

Il pittore si spense a Venezia il 19 gennaio 1571.


Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano
e iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.

Antichità Giglio è iscritta alla FIMA (Federazione Mercanti D'Arte Antica),
all’Associazione Antiquari Milanesi e all’AAI (Associazione Antiquari d’Italia).

Federazione Italiana Mercanti d’Arte
Associazione Antiquari Milanesi
Associazione Antiquari d’Italia

Vuoi una valutazione?
Contattaci senza impegno!

Compila il modulo oppure contattaci al numero
02 29.40.31.46 o al 335 63.79.151
Acquistiamo dipinti antichi, dell'800 e del '900, arte moderna e design, sculture, mobili antichi, oggetti d'arte e antiquariato orientale.

Le valutazioni sono fornite gratuitamente se richieste a scopo di vendita presso la nostra galleria, anche senza impegno, ma a nostra discrezione.

Ti invitiamo anche a leggere cosa NON acquistiamo, prima di inviare la richiesta

Informazioni Personali



Invio fotografie


871831