Close
Antichità Giglio
Pablo Picasso

(Malaga, 25 ottobre 1881 – Mougins, 8 aprile 1973)

Pablo Picasso nasce nel 1881 in Spagna, a Malaga. Il padre è un insegnante di educazione artistica, fatto che ha una certa influenza nel suo avvio alla carriera.
Ad appena 14 anni, entra a far parte dell’Accademia di Belle Arti della città di Barcellona per poi spostarsi in quella di Madrid dopo circa 2 anni. Visita Parigi per la prima volta nel 1900 e prima di trasferirsi qui per sempre, vi fa ritorno diverse volte.

Si può dire che il vero stile di Picasso compare a partire dal 1901. Questo è quello che viene definito il «periodo blu», periodo che dura fino al 1904 e in cui Picasso usa soprattutto il colore blu anche se in tonalità e sfumature differenti per raffigurare scene cariche di malinconia e atmosfere piuttosto tristi. 
Il periodo che segue e che va dal 1905 alla fine del 1906 prende il nome di «periodo rosa» per via dei colori più caldi utilizzati e i soggetti che ora sono prevalentemente quelli del circo o delle maschere.

Iniziamo a parlare di Cubismo, invece, tra il 1906 e il 1907 ed è soprattutto la pittura di Cezanne a spingere il pittore spagnolo in questa direzione, assieme alla scultura africana. La prima opera cubista risalente al 1907 è «Les demoiselles de Avignon».
Picasso si dedica al cubismo per un decennio finché nel 1917 dopo un viaggio in Italia qualcosa nel suo stile cambia e le immagini rappresentate diventano più solide quasi per un ritorno al figurativo.

Questo, però, non significa la fine della sperimentazione perché, infatti, presto Picasso si interessa anche ad espressionismo e surrealismo e nel 1937 espone nel Padiglione della Spagna all’interno dell’Esposizione Mondiale di Parigi «Guernica», opera novecentesca tra le più famose del mondo.

Dopo la seconda guerra mondiale Picasso passa alla ceramica e il suo lavoro di pittura consiste nella rivisitazione personale di opere come «La colazione sull’erba» di Manet o «Le signorine in riva alla Senna» di Courbet.

Picasso muore nel 1973 dopo una vita lunga e piena di successo, a novantadue anni.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano
e iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.

Antichità Giglio è iscritta alla FIMA (Federazione Mercanti D'Arte Antica),
all’Associazione Antiquari Milanesi e all’AAI (Associazione Antiquari d’Italia).

Federazione Italiana Mercanti d’Arte
Associazione Antiquari Milanesi
Associazione Antiquari d’Italia

Vuoi una valutazione?
Contattaci senza impegno!

Compila il modulo oppure contattaci al numero
02 29.40.31.46 o al 335 63.79.151
Acquistiamo dipinti antichi, dell'800 e del '900, arte moderna e design, sculture, mobili antichi, oggetti d'arte e antiquariato orientale.

Le valutazioni sono fornite gratuitamente se richieste a scopo di vendita presso la nostra galleria, anche senza impegno, ma a nostra discrezione.

Ti invitiamo anche a leggere cosa NON acquistiamo, prima di inviare la richiesta

Informazioni Personali



Invio fotografie


251358