Close
Antichità Giglio

La galleria Antichità Giglio si occupa dal 1978 dell'acquisto e della vendita di dipinti antichi, dipinti dell'800, dipinti del '900 e di arte moderna e contemporanea. Lino Giglio, il titolare, è un perito iscritto alla Camera di Commercio di Milano e all'Albo del Tribunale di Milano.

Richiedi una Valutazione.

Contattaci senza impegno per ricevere una valutazione gratuita delle tue opere: chiamaci al numero 02 29.40.31.46 o al cellulare 335 63.79.151 o inviaci una mail a info@antichitagiglio.it!

Orest Adamovic Kiprenskij

(Koporje, 24 marzo 1782 – Roma, 17 ottobre 1836)

Orest Adamovic Kiprenskij, nato il 24 marzo 1782 a Koporje, è stato un famoso pittoreritrattista ed incisore russo.

Nel 1788, all’età di soli 6 anni, entra a far parte dell’Accademia Imperiale di Belle Arti di San Pietroburgo, presso la quale studierà e si formerà dal punto di vista artistico fino ai primi anni del 1800.
Qui diviene allievo di alcuni illustri pittori russi dell’epoca, come Dmitrij Grigorevich Levickij, Gabriel François Doyen e Ugriumov, che eserciteranno su di lui e sui suoi primi dipinti una discreta influenza dalle caratteristiche tipiche del Romanticismo.

Qui, nel 1804, realizzò un famoso ritratto del padre adottivo Adam Schvalber, mentre un anno dopo, nel 1805, vinse un premio molto importante, la Medaglia d’Oro Maggiore per il quadro Il principe Dmitri Donskoi dopo la battaglia di Kulikovo, che gli permise di studiare ed impratichirsi di arte all’estero, in Europa. Nel 1812 diventa membro dell’Accademia Imperiale di Belle Arti di San Pietroburgo.

Inizia quindi a viaggiare, affermandosi artisticamente in città come Mosca, San Pietroburgo, per poi stabilirsi per qualche anno in Italia, a Roma e Napoli, tra il 1816 ed il 1822, dove studia il lavoro di importanti artisti come Antonio Canova, Vincenzo Camuccini e Bertel Thorvaldsen, che lo porteranno ad avvicinarsi alla corrente del Neoclassicismo, in contrapposizione col caldo stampo romantico che lo caratterizzò in gioventù. Adotta inoltre alcune tematiche classiche, che lo porteranno a realizzare dipinti antichi come Giovane GiardiniereFanciulla con la ghirlanda di fioriZingara, e soprattutto La tomba di Acheronte, uno dei suoi lavori più celebri.

Nel 1831 ottiene una cattedra come insegnante presso l’Accademia delle Belle Arti di Napoli. Muore di polmonite il 17 ottobre 1836 a Roma.


Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano
e iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.

Antichità Giglio è iscritta alla FIMA (Federazione Mercanti D'Arte Antica),
all’Associazione Antiquari Milanesi e all’AAI (Associazione Antiquari d’Italia).

Federazione Italiana Mercanti d’Arte
Associazione Antiquari Milanesi
Associazione Antiquari d’Italia

Vuoi una valutazione?
Contattaci senza impegno!

Compila il modulo oppure contattaci al numero
02 29.40.31.46 o al 335 63.79.151
Acquistiamo dipinti antichi, dell'800 e del '900, arte moderna e design, sculture, mobili antichi, oggetti d'arte e antiquariato orientale.

Le valutazioni sono fornite gratuitamente se richieste a scopo di vendita presso la nostra galleria, anche senza impegno, ma a nostra discrezione.

Ti invitiamo anche a leggere cosa NON acquistiamo, prima di inviare la richiesta

Informazioni Personali



Invio fotografie


925684