Close
Antichità Giglio
Marc Chagall

(Vitebsk, 7 luglio 1887 – Saint-Paul-de-Vence, 28 marzo 1985)

Il vero nome di Marc Chagall è Moishe Segal. Il pittore nasce a Liosno, nell’attuale Bielorussia nel 1887 da genitori ebrei e una famiglia molto numerosa il cui egli è il primogenito. Frequenta i suoi studi nella cittadina natale fino al 1909 e poi si trasferisce a Pietroburgo per frequentare la Scuola della Società Imperiale per la Difesa delle Belle Arti. Qui diventa discepolo dell’artista Léon Bakst.

La vita a Pietroburgo non è delle più semplici e agiate. Essendo ebreo doveva disporre di un visto non poco costoso che cercava di guadagnarsi facendo ogni tipo di lavoro. Nel 1910 si sposta in Francia, nella capitale, Parigi e qui fa la sua conoscenza con nuove realtà artistiche che lo portano ad avvicinarsi alle correnti del Fauvismo e del Cubismo.

In questo contesto riesce anche ad entrare in contatto e poi frequentare artisti ed intellettuali importanti del tempo quali Cendrars, Robert Delaunay, Guillaume Apollinaire e Leger. Da questi incontri e spunti inizia formarsi il suo stile pittorico tendente al fantastico e all’onirico nelle immagini raffigurate.

All’età di appena 25 anni, ha la sua prima esposizione, nel 1912, sia al Salon des Indépendants a Parigi che al Salon d’Automne di Berlino e due anni dopo Herwarth Walden, un famoso mercante d’arte tedesco decide di organizzare per lui un’esposizione nella sua galleria Der Sturm.

Intanto il pittore russo deve tornare in patria per combattere la Prima Guerra Mondiale ma riesce a sposarsi e ad avere una bambina negli stessi anni. Questo è per il pittore un periodo molto tormentato e difficili ma produttivo artisticamente.

Da qui l’apprezzamento delle sue opere da parte del governo russo ma si trasferisce presto a Berlino e poi Parigi a causa dei contrasti con il comunismo. I suoi soggetti più frequenti sono le nozze, la vita rurale e il tema delle feste religiose ebraiche.

A Parigi Marc Chagall gli vengono commissionate illustrazioni come “Le Anime Morte” e le “Fiabe” di La Fontaine. Viaggia molto in Europa e apprezza i lavori dei grandi come Rembrandt in Olanda e El Greco in Spagna.

Il nazismo, però, è ormai alle porte e le opere del pittore sono confiscate dal regime. Nel 1937 Chagal con la sua famiglia scappa nella zona sud della Francia ancora non occupata per poi partire per l’America su consiglio del Museo di Arte Moderna di New York.

La morte della moglie blocca la sua enfasi artistica per molto tempo fin quando nel 1947, dopo la fine della guerra, il pittore decide di tornare Parigi e poi a Saint-Paul-de-Vence a sud. Qui muore nel 1985 non prima di aver realizzato grandissime opere e decorazioni in tutto il mondo dal soffitto dell’Opéra di Parigi alle vetrate dell’Hassadah Medical Center di Gerusalemme a quelle della cattedrale di Metz fino alla facciata della Metropolitan Opera House di New York e molte altre.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano
e iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.

Antichità Giglio è iscritta alla FIMA (Federazione Mercanti D'Arte Antica),
all’Associazione Antiquari Milanesi e all’AAI (Associazione Antiquari d’Italia).

Federazione Italiana Mercanti d’Arte
Associazione Antiquari Milanesi
Associazione Antiquari d’Italia

Vuoi una valutazione?
Contattaci senza impegno!

Compila il modulo oppure contattaci al numero
02 29.40.31.46 o al 335 63.79.151
Acquistiamo dipinti antichi, dell'800 e del '900, arte moderna e design, sculture, mobili antichi, oggetti d'arte e antiquariato orientale.

Le valutazioni sono fornite gratuitamente se richieste a scopo di vendita presso la nostra galleria, anche senza impegno, ma a nostra discrezione.

Ti invitiamo anche a leggere cosa NON acquistiamo, prima di inviare la richiesta

Informazioni Personali



Invio fotografie


118499