Close
Antichità Giglio

La galleria Antichità Giglio si occupa dal 1978 dell'acquisto e della vendita di dipinti antichi, dipinti dell'800, dipinti del '900 e di arte moderna e contemporanea. Lino Giglio, il titolare, è un perito iscritto alla Camera di Commercio di Milano e all'Albo del Tribunale di Milano.

Richiedi una Valutazione.

Contattaci senza impegno per ricevere una valutazione gratuita delle tue opere: chiamaci al numero 02 29.40.31.46 o al cellulare 335 63.79.151 o inviaci una mail a info@antichitagiglio.it!

Magini Carlo

(Fano, 16 settembre 1720 – 3 luglio 1806)

Carlo Magini, nato il 16 settembre del 1720 a Fano, è stato un pittore e ritrattista italiano del tardo Barocco, probabilmente tra i maggiori talenti mai espressi dalla regione marchigiana.

Il padre, Francesco Magini, fu un orefice di discreto successo, e lo zio, Sebastiano Ceccarini, fu un artistae pittore di talento, abbastanza noto nell’ambiente marchigiano in quel periodo. Fu proprio presso lo zio che Carlo Magini, in giovane  età, venne mandato a studiare pittura e disegno, affinché potesse sfruttare il proprio talento artistico, apprendendo tecniche e stili per i suoi dipinti antichi.

Viaggiò spesso nel Centro Italia, e durante un soggiorno a Roma ebbe modo di conoscere il collega e famoso pittore Francesco Mancini, del quale divenne amico.

Ebbe sorte sfortunata con la progenie: un figlio, Casimiro, morì pochi mesi dopo la nascita, mentre il difficile rapporto con un altro figlio, Arcangelo, portò ad una inevitabile rottura tra i due. La figlia più giovane inoltre, Massimiliana Eusebia, fu accusata di una relazione illegittima con un abate, fatto che gettò discredito sulla famiglia.

Ai suoi tempi, Magini divenne famoso specialmente per le sua abilità come ritrattista, tanto da ricevere spesso commissioni di ritratti anche da personaggi illustri. In tal senso, si possono ricordare i dipinti antichi come Ritratto di Papa Pio VIIRitratto di Monsignor Pompeo CompagnoniRitratto di Piero Luigi LanziRitratto di Gianandrea BelliniRitratto dell’abate Antonio Modesto GasparoliRitratto di Francesco Vici.

L’artista ottenne fama anche per le sue nature morte, la cui produzione fu estremamente ricca e prolifica. Tra queste, si possono ricordare Natura morta con costolette d’agnello su tagliere, piatto di salsicce, cavolo e prosciutto appesoNatura morta con cipolle, pomodori, bottiglia e candelaNatura morta con uova, cavolo e candeliere.

Morì a Fano, il 3 luglio del 1806.


Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano
e iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.

Antichità Giglio è iscritta alla FIMA (Federazione Mercanti D'Arte Antica),
all’Associazione Antiquari Milanesi e all’AAI (Associazione Antiquari d’Italia).

Federazione Italiana Mercanti d’Arte
Associazione Antiquari Milanesi
Associazione Antiquari d’Italia

Vuoi una valutazione?
Contattaci senza impegno!

Compila il modulo oppure contattaci al numero
02 29.40.31.46 o al 335 63.79.151
Acquistiamo dipinti antichi, dell'800 e del '900, arte moderna e design, sculture, mobili antichi, oggetti d'arte e antiquariato orientale.

Le valutazioni sono fornite gratuitamente se richieste a scopo di vendita presso la nostra galleria, anche senza impegno, ma a nostra discrezione.

Ti invitiamo anche a leggere cosa NON acquistiamo, prima di inviare la richiesta

Informazioni Personali



Invio fotografie


748473