Close
Antichità Giglio

La galleria Antichità Giglio si occupa dal 1978 dell'acquisto e della vendita di dipinti antichi, dipinti dell'800, dipinti del '900 e di arte moderna e contemporanea. Lino Giglio, il titolare, è un perito iscritto alla Camera di Commercio di Milano e all'Albo del Tribunale di Milano.

Richiedi una Valutazione.

Contattaci senza impegno per ricevere una valutazione gratuita delle tue opere: chiamaci al numero 02 29.40.31.46 o al cellulare 335 63.79.151 o inviaci una mail a info@antichitagiglio.it!

Jacopo Bassano

(Bassano del Grappa, 1515 circa – 13 febbraio 1592)

Jacopo da Ponte, detto Jacopo Bassano per la sua città natale, nasce a Bassano del Grappa nel 1510 circa da una famiglia di pittori. È stato un pittore italiano della Repubblica di Venezia.

La sua prima formazione artistica avvenne con il padre Francesco, che teneva una bottega da pittore a Bassano presso il ponte sul Brenta e da qui sembra che derivi il cognome “da Ponte”. Nel 1530 lasciò la bottega del padre dove si dipingeva secondo le tecniche della Scuola Veneta e del Manierismo, per andare a Venezia alla scuola di Bonifacio de’ Pitati.

Qui rimase per cinque anni fino al 1535. A Venezia incontrò altri pittori, affinò la sua tecnica e imparò a dipingere con marcato realismo, risentendo degli influssi di Tiziano Vecelio e Lorenzo Lotto, originario, come lui, da Bassano del Grappa.

Dal 1540 tornò a Bassano e pur continuando la sua attività pittorica accettò una carica pubblica, divenendo membro del Consiglio Comunale. Da questo momento non si sposterà più dalla sua città nativa. Nel 1546 sposò Elisabetta Merzari che gli diede otto figli, quattro dei quali decisero di seguire le orme paterne e diventeranno pittori.

Tra il 1550 e il 1560 realizzò l’Ultima Cena della Galleria Borghese di Roma dove riprese lo stile luministico del Tintoretto. Secondo alcuni questa è l’opera meglio riuscita di Jacopo Bassano presentata spesso come un capolavoro della pittura italiana del XVI  secolo. Morì il 14 febbraio 1592 nella sua natale Bassano del Grappa.


Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano
e iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.

Antichità Giglio è iscritta alla FIMA (Federazione Mercanti D'Arte Antica),
all’Associazione Antiquari Milanesi e all’AAI (Associazione Antiquari d’Italia).

Federazione Italiana Mercanti d’Arte
Associazione Antiquari Milanesi
Associazione Antiquari d’Italia

Vuoi una valutazione?
Contattaci senza impegno!

Compila il modulo oppure contattaci al numero
02 29.40.31.46 o al 335 63.79.151
Acquistiamo dipinti antichi, dell'800 e del '900, arte moderna e design, sculture, mobili antichi, oggetti d'arte e antiquariato orientale.

Le valutazioni sono fornite gratuitamente se richieste a scopo di vendita presso la nostra galleria, anche senza impegno, ma a nostra discrezione.

Ti invitiamo anche a leggere cosa NON acquistiamo, prima di inviare la richiesta

Informazioni Personali



Invio fotografie


843008