Close
Antichità Giglio

La galleria Antichità Giglio si occupa dal 1978 dell'acquisto e della vendita di dipinti antichi, dipinti dell'800, dipinti del '900 e di arte moderna e contemporanea. Lino Giglio, il titolare, è un perito iscritto alla Camera di Commercio di Milano e all'Albo del Tribunale di Milano.

Richiedi una Valutazione.

Contattaci senza impegno per ricevere una valutazione gratuita delle tue opere: chiamaci al numero 02 29.40.31.46 o al cellulare 335 63.79.151 o inviaci una mail a info@antichitagiglio.it!

Hans Hartung

(Lipsia, 21 settembre 1904 – Antibes, 7 dicembre 1989)

Hans Hartung (Lipsia, 21 settembre 1904 – Antibes, 7 dicembre 1989) è stato un pittore tedesco naturalizzato francese, il primo a trasferire i disegni sulla tela. Grazie allo slancio sicuro del suo braccio fu nel dopoguerra uno dei pochi a raggiungere la pienezza dell’espressione artistica, la sua energia diventa la struttura portante dei suoi quadri.

La sua lunga vita di non la trascorse sempre tra le pareti di uno studio. Fu allievo di Vasilij Vasil’evič Kandinskij al Bauhaus, e soprattutto nelle prime opere, quelle giovanile si denotano le teorie del suo maestro. Nel 1935, lasciò la Germania per evitare le persecuzioni naziste e si trasferì a Parigi, qui visse con grandi ristrettezze economiche.

Con lo scoppio della guerra, nel 1939 si arruolò nella Legione Straniera, ma smobilizzato dopo qualche mese andò in Francia, dove lavorò come operaio agricolo. Nel 1942 fu arrestato e incarcerato in Spagna, dove si rifugiò, qui stette incarcerato per sette mesi e dopo la liberazione, raggiunse l’Africa del Nord e nel  1942, si arruolò nuovamente nella Legione.

Fu assegnato al Reggimento di marcia della Legione straniera, e durante i combattimenti, fu ferito gravemente nel tentativo di aiutare un camerata. A seguito di questo ferimento gli fu amputata la gamba destra e fu riformato dalla Legione nel maggio 1945. Nel 1946, fu decorato della Croce di guerra, della Medaglia militare e della Legione d’Onore.

Nel 1945 riprese contatto con la pittura, dalle macchie passò a segni che si intrecciano, si accavallano, e  si incrociano, tutto su fondi luminosi,  sottili graffi, a rappresentare quasi il segno di un lampo o di una stella cadente. Nel 1960 ha ricevuto il Gran Premio della Biennale di Venezia.

Artista ancora oggi difficile da collocare, indipendente e autonomo, non gli piacevano le etichette i suoi segni, le sue macchie, i suoi lampi diceva, non si apprendono all’Accademia, ma sono impulsi che scaturiscono internamente, impulsi caratterizzati della  sua vita e dagli avvenimenti, sono questi i motivi  che hanno giocato un ruolo importante nella sua pittura.


Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano
e iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.

Antichità Giglio è iscritta alla FIMA (Federazione Mercanti D'Arte Antica),
all’Associazione Antiquari Milanesi e all’AAI (Associazione Antiquari d’Italia).

Federazione Italiana Mercanti d’Arte
Associazione Antiquari Milanesi
Associazione Antiquari d’Italia

Vuoi una valutazione?
Contattaci senza impegno!

Compila il modulo oppure contattaci al numero
02 29.40.31.46 o al 335 63.79.151
Acquistiamo dipinti antichi, dell'800 e del '900, arte moderna e design, sculture, mobili antichi, oggetti d'arte e antiquariato orientale.

Le valutazioni sono fornite gratuitamente se richieste a scopo di vendita presso la nostra galleria, anche senza impegno, ma a nostra discrezione.

Ti invitiamo anche a leggere cosa NON acquistiamo, prima di inviare la richiesta

Informazioni Personali



Invio fotografie


74510