Close
Antichità Giglio

La galleria Antichità Giglio si occupa dal 1978 dell'acquisto e della vendita di dipinti antichi, dipinti dell'800, dipinti del '900 e di arte moderna e contemporanea. Lino Giglio, il titolare, è un perito iscritto alla Camera di Commercio di Milano e all'Albo del Tribunale di Milano.

Richiedi una Valutazione.

Contattaci senza impegno per ricevere una valutazione gratuita delle tue opere: chiamaci al numero 02 29.40.31.46 o al cellulare 335 63.79.151 o inviaci una mail a info@antichitagiglio.it!

Gigante Giacinto

(Napoli, 11 luglio 1806 – Napoli, 29 settembre 1876)

Nato a Napoli il 1806, figlio dell’artista Gaetano Gigante iniziò ad avvicinarsi all’arte della pittura non solo per merito del padre, ma anche grazie alla vicinanza del pittore olandese Antonio Plitoo, fondatore della Scuola di Posillipo. Con il termine “Scuola di Posillipo” si intende quella corrente pittorica che si sviluppò a Napoli tra il 1820 e 1850 che cambiò radicalmente la tradizione paesaggisticarisalente ai tempi di Salvador Rosa, in cui il tutto era prevalentemente focalizzato su vedutismo turistico. Con Plitoo il paesaggio acquista una sua dimensione reale che trascende nell’immaginario grazie ai giochi di luce e ombra in chiave impressionista.

Dopo la sua morte nel 1837, protagonista indiscusso della Scuola fu Gigante Giacinto che portò a livelli eccelsi la rappresentazione paesaggistica, trasferendo in essa tutto il sentimento d’intimismo lirico, contraddistinto da spazi visivi non molto ampi ma ristretti come se fossero piccoli squarci ritagliati. La sensazione d’intimo è legata alla quasi banalità delle cose rappresentate che racchiudono in se la malinconia e la colma della realtà.

In pochi anni la fama del pittore si va sempre più espandendo raggiungendo la corte di Re Ferdinando II, la corte degli Zar, realizzando opere su commissione anche dopo l’Unità d’Italia per la casa Savoia, come la tempera per la Cappella del Tesoro di San Gennaro.

Nel 1855 decise di avvicinarsi all’arte degli acquerelli, diventando in breve tempo massimo esperto e con il quale realizzò una nuova tecnica di pittura che riusciva a donare un particolare effetto rilievo alle sue raffigurazioni. Tale tecnica consisteva nel sovrapporre alla carta della biacca in tocchi il tutto prima di stendere le pennellate.

Morì all’età di settanta anni a Napoli nel 1876.


Lino Giglio è iscritto all'Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101
e iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano.

Antichità Giglio è iscritta alla FIMA (Federazione Mercanti D'Arte Antica),
all’Associazione Antiquari Milanesi e all’AAI (Associazione Antiquari d’Italia).

Federazione Italiana Mercanti d’Arte
Associazione Antiquari Milanesi
Associazione Antiquari d’Italia

Vuoi una valutazione?
Contattaci senza impegno!

Compila il modulo oppure contattaci al numero
02 29.40.31.46 o al 335 63.79.151
Acquistiamo dipinti antichi, dell'800 e del '900, arte moderna e design, sculture, mobili antichi, oggetti d'arte e antiquariato orientale.

Le valutazioni sono fornite gratuitamente se richieste a scopo di vendita presso la nostra galleria, anche senza impegno, ma a nostra discrezione.

Ti invitiamo anche a leggere cosa NON acquistiamo, prima di inviare la richiesta

Informazioni Personali



Invio fotografie


376695