Close
Antichità Giglio

La galleria Antichità Giglio si occupa dal 1978 dell'acquisto e della vendita di dipinti antichi, dipinti dell'800, dipinti del '900 e di arte moderna e contemporanea. Lino Giglio, il titolare, è un perito iscritto alla Camera di Commercio di Milano e all'Albo del Tribunale di Milano.

Richiedi una Valutazione.

Contattaci senza impegno per ricevere una valutazione gratuita delle tue opere: chiamaci al numero 02 29.40.31.46 o al cellulare 335 63.79.151 o inviaci una mail a info@antichitagiglio.it!

Guardi Francesco

(Venezia, 5 ottobre 1712 – Venezia, 1º gennaio 1793)

Francesco Guardi, figlio di Domenico e fratello di Giannatonio, nasce a Venezia nel 1712.

La sua prima formazione avviene proprio come assistente del fratello Giannatonio che eredita la bottega del padre. Oltre a Giannatonio, Francesco Guardi ha una sorella Maria Cecilia, moglie di Giambattista Tiepolo, e un altro fratello Nicolò, anch’egli pittore.

Poco più che ventenne diventa assistente nello studio di Michele Marieschi, un conosciuto pittore, architetto vedutista, e rimane li fino alla morte di quest’ultimo.

La pittura di Francesco non ha nulla da invidiare a quella di Giovanni Antonio Canal, meglio conosciuto come il Canaletto, un pittore e incisore noto soprattutto come vedutista.

Nel 1757 Francesco sposa Maria Mathea Pagani, la quale gli darà cinque figli. Uno di loro, Giacomo, erediterà la bottega paterna. Il nobile Pietro Gradenigo lo definì in un diario “buon scolaro del rinomato Canaletto”.

Nel 1769, a causa della morte della moglie Maria Mathea Pagani, Francesco Guardi, aiutato dalla sorella Maria Cecilia, dovrà prendersi cura dei figli. Dopo un viaggio in Trentino gli fu affidato da Pietro Edwards, ispettore delle Belle Arti, l’incarico di immortalare il  ricordo della visita a Venezia di Pio VI.

Nel 1784 a quasi settant’anni viene eletto membro dell’Accademia veneziana di pittura. Muore a Venezia nel 1793 e alla sua morte gli sono state attribuite circa  850 opere.

Francesco Guardi è considerato uno fra i pittori più originali del Settecento, una fama e un successo postumo che forse nemmeno lui si sarebbe aspettato e molti sono stati gli imitatori e i falsificatori del suo modo di dipingere.


Lino Giglio è iscritto all'Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101
e iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano.

Antichità Giglio è iscritta alla FIMA (Federazione Mercanti D'Arte Antica),
all’Associazione Antiquari Milanesi e all’AAI (Associazione Antiquari d’Italia).

Federazione Italiana Mercanti d’Arte
Associazione Antiquari Milanesi
Associazione Antiquari d’Italia

Vuoi una valutazione?
Contattaci senza impegno!

Compila il modulo oppure contattaci al numero
02 29.40.31.46 o al 335 63.79.151
Acquistiamo dipinti antichi, dell'800 e del '900, arte moderna e design, sculture, mobili antichi, oggetti d'arte e antiquariato orientale.

Le valutazioni sono fornite gratuitamente se richieste a scopo di vendita presso la nostra galleria, anche senza impegno, ma a nostra discrezione.

Ti invitiamo anche a leggere cosa NON acquistiamo, prima di inviare la richiesta

Informazioni Personali



Invio fotografie


187610