Close
Antichità Giglio

La galleria Antichità Giglio si occupa dal 1978 dell'acquisto e della vendita di dipinti antichi, dipinti dell'800, dipinti del '900 e di arte moderna e contemporanea. Lino Giglio, il titolare, è un perito iscritto alla Camera di Commercio di Milano e all'Albo del Tribunale di Milano.

Richiedi una Valutazione.

Contattaci senza impegno per ricevere una valutazione gratuita delle tue opere: chiamaci al numero 02 29.40.31.46 o al cellulare 335 63.79.151 o inviaci una mail a info@antichitagiglio.it!

Dadamaino

(Milano, 2 ottobre, 1930 - 13 aprile, 2004)

Edoarda Emilia Maino, detta Dadamaino, nacque a Milano nel 1930. È stata un’artista appartenente all’avanguardia milanese, con la sua poetica ispirata al capovolgimento dei concetti di produzione seriale.

Avendo iniziato tardi a dedicarsi all’arte, espose i suoi primi dipinti astratti solo nel 1956 in mostre collettive. In quegli anni aderì appunto al movimento avanguardista, che aveva come punto d’incontro il Bar Jamaica.

Le sue prime opere, i Volumi, sono tele con grandi buchi di forma ellittica, dietro cui l’artista vedeva un muro pieno di luci ed ombre che vibravano e si muovevano.

Dadamaino aveva tentato diverse volte di partecipare alla mostra “La donna nell’arte contemporanea” senza mai riuscirci. Nel 1959, finalmente, riuscì a portare un suo quadro, anche se non venne rappresentato a catalogo.

Aderì al gruppo milanese Azimuth, fondato da Piero Manzoni, che stringeva contatti con il Gruppo Zero in Germania, il gruppo Nul in Olanda e il gruppo Motusin Francia. Negli anni sessanta presentò i suoi dipintia molte mostre in Inghilterra, Svizzera, Germania, Olanda, Belgio, Francia, Spagna. Ottenne più riconoscimenti all’estero che in Italia.

Nel 1967 espose a Milano presso la Galleria Il Cenobio nella mostra “La Nuova Tendenza”, di cui fu una dei fondatori insieme a Bruno Munari ed Enzo Mari.

Nella seconda metà degli anni Settanta realizzò l’Alfabeto della mente, composto da caratteri inventati, ciascuno  dei quali era formato da vari segni di tipo alfabetico, che l’artista utilizzava per scrivere una serie di “lettere” che  consistevano ogni volta nella ripetizione di un singolo segno.

Iniziò poi a lavorare per l’opera I fatti della vita, che venne anche esposta alla Biennale di Venezia. I lavori erano formati da 461 dipinti su tela e su carta, scritti con i dodici segni ideati da lei.

Dadamaino era sempre in prima linea nei movimenti di contestazione, veniva spesso invitata a mostrare le sue ricerche, soprattutto alla Biennale.

Morì a Milano nel 2004.


Lino Giglio è iscritto all'Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101
e iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano.

Antichità Giglio è iscritta alla FIMA (Federazione Mercanti D'Arte Antica),
all’Associazione Antiquari Milanesi e all’AAI (Associazione Antiquari d’Italia).

Federazione Italiana Mercanti d’Arte
Associazione Antiquari Milanesi
Associazione Antiquari d’Italia

Vuoi una valutazione?
Contattaci senza impegno!

Compila il modulo oppure contattaci al numero
02 29.40.31.46 o al 335 63.79.151
Acquistiamo dipinti antichi, dell'800 e del '900, arte moderna e design, sculture, mobili antichi, oggetti d'arte e antiquariato orientale.

Le valutazioni sono fornite gratuitamente se richieste a scopo di vendita presso la nostra galleria, anche senza impegno, ma a nostra discrezione.

Ti invitiamo anche a leggere cosa NON acquistiamo, prima di inviare la richiesta

Informazioni Personali



Invio fotografie


431092