Close
Antichità Giglio

La galleria Antichità Giglio si occupa dal 1978 dell'acquisto e della vendita di dipinti antichi, dipinti dell'800, dipinti del '900 e di arte moderna e contemporanea. Lino Giglio, il titolare, è un perito iscritto alla Camera di Commercio di Milano e all'Albo del Tribunale di Milano.

Richiedi una Valutazione.

Contattaci senza impegno per ricevere una valutazione gratuita delle tue opere: chiamaci al numero 02 29.40.31.46 o al cellulare 335 63.79.151 o inviaci una mail a info@antichitagiglio.it!

Barabino Angelo

(Tortona, 1º gennaio 1883 – Milano, 5 novembre 1950)

Barabino Angelo nacque a Tortona nel 1883. A soli diciassette anni iniziarono i suoi studi presso l’Accademia di Brera che abbandonò una volta conosciuto il maestro G. Pellizza di cui divenne allievo con il quale iniziò a lavorare presso lo studio di Volpedo sino alla morte del suo mentore.

Grazie al Pellizza riuscì ad avvicinarsi al divisionismo sebbene non assorba in modo programmatico. Alla Biennale di Brera, espose il quadro Rapina che gli permise di acquisire una notevole visibilità in grado di permettergli di organizzare la prima mostrapersonale ad Alessandria.

Furono questi gli anni in cui furono realizzate opere come Fiori selvaticiil figlioPioppi a Scriva l’Annegato. Barbino, dopo la prima guerra mondiale, si trasferì a Venezia, dove vi trascorse due anni e con l’avvento del fascismo decise di trasferirsi definitivamente a Tortona.

Espose alcune opere alla Promotrice di Torino con un Paesaggio Fine di un giovane contadinoMattino estivo e Idillio. Molte altre furono esposte in alcuni suoi personali a Sanremo e della stessa Tortona.  Nel 1929 andò in Venezuela per invito di alcuni suoi amici italiani, portando con sé opere quali La visione del mortoL’ira di Dio e la Partenza che furono tutte esposte a Caracas.

Nuovamente in Italia si dedicò per lungo tempo alla pittura paesaggistica e continuò a dedicarsi alla pittura sino alla fine dei suoi giorni. La sua pittura paesaggistica dai toni gradevoli velati da una sottile coltre divisionista rese la sua pittura profondamente legata al tono naturalista come si può notare con Riflessi di TramontoMeriggio a Torre e la Capella del vecchio cimitero. Morì a Milano nel 1950.


Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano
e iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.

Antichità Giglio è iscritta alla FIMA (Federazione Mercanti D'Arte Antica),
all’Associazione Antiquari Milanesi e all’AAI (Associazione Antiquari d’Italia).

Federazione Italiana Mercanti d’Arte
Associazione Antiquari Milanesi
Associazione Antiquari d’Italia

Vuoi una valutazione?
Contattaci senza impegno!

Compila il modulo oppure contattaci al numero
02 29.40.31.46 o al 335 63.79.151
Acquistiamo dipinti antichi, dell'800 e del '900, arte moderna e design, sculture, mobili antichi, oggetti d'arte e antiquariato orientale.

Le valutazioni sono fornite gratuitamente se richieste a scopo di vendita presso la nostra galleria, anche senza impegno, ma a nostra discrezione.

Ti invitiamo anche a leggere cosa NON acquistiamo, prima di inviare la richiesta

Informazioni Personali



Invio fotografie


249938