Close
Antichità Giglio

La galleria Antichità Giglio si occupa dal 1978 dell'acquisto e della vendita di dipinti antichi, dipinti dell'800, dipinti del '900 e di arte moderna e contemporanea. Lino Giglio, il titolare, è un perito iscritto alla Camera di Commercio di Milano e all'Albo del Tribunale di Milano.

Richiedi una Valutazione.

Contattaci senza impegno per ricevere una valutazione gratuita delle tue opere: chiamaci al numero 02 29.40.31.46 o al cellulare 335 63.79.151 o inviaci una mail a info@antichitagiglio.it!

Bocchi Amedeo

(Parma, 24 agosto 1883 – Roma, 16 dicembre 1976)

Nato a Parma nel 1883, Amedeo Bocchi apprese dal padre i primi rudimenti della pittura ed entrò giovanissimo all’Accademia di belle arti di Parma per poter seguire gli insegnamenti di Cerone Barilli che lo avvicinarono allo stile e l’arte impressionista. Legò molto durante i suoi anni di corso con lo scultore Renato Rozzi.

Frequentò i corsi triennali di nudo all’Accademia di belle arti a Roma, pur sempre continuando a mantenere rapporti con la sua città natale e il suo ambiente artistico grazie anche all’amicizia con Barilli. Nelle prime opere giovanili Bocchi si avvicinò allo stile impressionista pur mostrando la sua propensione al realismo traendo ispirazione dalla realtà del mondo del lavoro.  Di questo periodo fu  infatti il Battesimola Rivolta e il Cassoniere.

Nel suo viaggio a Padova iniziò a lavorare per lo studio di Achille Casanova, aiutandolo nella realizzazione di un ciclo di affreschi per la basilica del Santo, grazia al quale acquisì la tecnica dell’affresco e lasciandosi influenzare dallo stile preraffaellita. Partecipò alla biennale di Venezia con la Violinista e Villa Borghese.

Espose alla Mostra della Società degli amatori e cultori di belle arti di Roma nel 1920 con il dipinto Nella Veranda. La sua arte fu apprezzata anche all’estero anche se prevalentemente la sua arte si svolse tutta a Roma.

Di notevole importanza è il ciclo di opere realizzate tra il 1919 al 1934, prevalentemente legate al tema del lavoro e della vita nell’Agro Pontino, tutte fatte con un cromatismo acceso e personale dove la luce si espande in ampie e trasparenti campiture. La tema predominante è quindi quella sociale, a cui fa da sfondo la vita agreste dove la fatica e il dolore della realtà contadina, si collocano in un generico dolore nei confronti della vita. Morì a Roma nel 1976, rimanendo per sempre nella sua città eterna.


Lino Giglio è iscritto all'Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101
e iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano.

Antichità Giglio è iscritta alla FIMA (Federazione Mercanti D'Arte Antica),
all’Associazione Antiquari Milanesi e all’AAI (Associazione Antiquari d’Italia).

Federazione Italiana Mercanti d’Arte
Associazione Antiquari Milanesi
Associazione Antiquari d’Italia

Vuoi una valutazione?
Contattaci senza impegno!

Compila il modulo oppure contattaci al numero
02 29.40.31.46 o al 335 63.79.151
Acquistiamo dipinti antichi, dell'800 e del '900, arte moderna e design, sculture, mobili antichi, oggetti d'arte e antiquariato orientale.

Le valutazioni sono fornite gratuitamente se richieste a scopo di vendita presso la nostra galleria, anche senza impegno, ma a nostra discrezione.

Ti invitiamo anche a leggere cosa NON acquistiamo, prima di inviare la richiesta

Informazioni Personali



Invio fotografie


871544