Close
Antichità Giglio

La galleria Antichità Giglio si occupa dal 1978 dell'acquisto e della vendita di dipinti antichi, dipinti dell'800, dipinti del '900 e di arte moderna e contemporanea. Lino Giglio, il titolare, è un perito iscritto alla Camera di Commercio di Milano e all'Albo del Tribunale di Milano.

Richiedi una Valutazione.

Contattaci senza impegno per ricevere una valutazione gratuita delle tue opere: chiamaci al numero 02 29.40.31.46 o al cellulare 335 63.79.151 o inviaci una mail a info@antichitagiglio.it!

Adolf Wildt

(Milano, 1 marzo 1868 – 12 marzo 1931)

Adolf Wildt nasce nel 1868 a Milano e fu un noto scultore e pittore italiano.  Fu primogenito di sei figli e sin dalla giovane età iniziò subito a lavorare prima come garzone presso un barbiere poi presso un artigiano marmista. A soli undici anni inizia a lavorare per lo scultore Giuseppe Grande svolgendo prettamente mansioni di fatica.

Nel 1888 inizia un lavoro in cooperativa con altri scultori lombardi iniziando ad avvicinarsi sempre di più all’arte scultorea. A Brera inizia a frequentare la scuola Superiore d’Arte Applicata e nel 1886 decide di frequentare il corso accademico di Disegno e Figura.

Si sposa con Dina Borghi, sua musa ispiratrice per il ritratto della Vedova, esposto nel 1894 presso la Società d’Arte Moderna di Roma. Fu questo l’anno in cui conobbe Franz Rose, amico e datore di lavoro che gli garantì una sicurezza economica fornendogli numerose commissioni.

Inizia a viaggiare per l’Europa dove iniziò a esporre le sue opere sia pittoriche che scultoree. Nel 1900 inizia la sua prima opera monumentale nota con il nome il Santo, il Giovane e la Saggezzache vince alla Triennale di Brera nel 1912 il premio Principe Umberto.

L’arte di Wildt prende inizialmente spunto da un sottofondo romantico del tardo Ottocento per poi sfociare nell’Art Nouveau caratterizzata da un forte simbolismo.  I suoi busti rappresentano un esempio di purezza assoluta grazie anche alla levigatezza delle superfici di marmo ottenuta ripassando ripetutamente la superficie con stracci imbevuti di urina. La sua arte è spesso collocata alla soglie dell’Espressionismo come dimostra lo stile che caratterizza il suo Autoritratto del 1908. Mori a Milano nel 1931.


Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano
e iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.

Antichità Giglio è iscritta alla FIMA (Federazione Mercanti D'Arte Antica),
all’Associazione Antiquari Milanesi e all’AAI (Associazione Antiquari d’Italia).

Federazione Italiana Mercanti d’Arte
Associazione Antiquari Milanesi
Associazione Antiquari d’Italia

Vuoi una valutazione?
Contattaci senza impegno!

Compila il modulo oppure contattaci al numero
02 29.40.31.46 o al 335 63.79.151
Acquistiamo dipinti antichi, dell'800 e del '900, arte moderna e design, sculture, mobili antichi, oggetti d'arte e antiquariato orientale.

Le valutazioni sono fornite gratuitamente se richieste a scopo di vendita presso la nostra galleria, anche senza impegno, ma a nostra discrezione.

Ti invitiamo anche a leggere cosa NON acquistiamo, prima di inviare la richiesta

Informazioni Personali



Invio fotografie


49947