Comodini antichi

comodino anticoAntichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita di MOBILI ANTICHI, inclusi i comodini antichi.

Per una valutazione del vostro comodino antico potete contattarci utilizzando i recapiti presenti alla pagina CONTATTI, oppure inviarci tutti i dati, comprensivi di fotografie, tramite il MODULO ONLINE presente nella colonna destra di questa pagina.

 

Antiquariato Giglio mette la sua competenza ed esperienza a vostra disposizione, non esiti a contattarci anche per richiesta maggiori informazioni sui nostri servizi o sui nostri oggetti d’Alto Antiquariato consultabili nella nostra Galleria degli oggetti in vendita.
 
 
 
 

albo perito

Valutazione di Comodini Antichi

Fra i mobili indispensabili che compongono il nostro arredo vi sono naturalmente i comodini. Questi piccoli mobili hanno la funzione di raccogliere gli oggetti che possono esserci utili durante la notte. Anche i comodini antichi svolgevano questa funzione, anche se talvolta venivano scelti per un puro gusto ornamentale. La funzione sostanziale del comodino, e la ragione per cui nasce, risiede nell’esigenza di nascondere allo sguardo gli oggetti di uso quotidiano ed intimi.

La struttura e l’uso del comodino antico erano più o meno simili a quelle del nostro: piccolo, pratico, con ante prima e cassetti pochi ed un ripiano per riporvi un lume notturno, un bicchiere d’acqua ed una lettura.

Storia dei comodini antichi

In principio era il commode, termine francese utilizzato per il mobile che conteneva la biancheria, intima e della casa, noto in Italia come comò. Questa tipologia di mobile chiuso andò delineandosi in epoca rinascimentale ed inizialmente venne collocato nei corridoi per poi essere posto nelle camere da letto come complemento d’arredo e per una maggiore discrezione. Si tratta di una struttura tozza, robusta, dotata di cassetti e molto semplice.

Con l’avvento del Barocco inizia ad ingrandirsi in dimensioni, diviene più elaborato e viene sormontato da uno specchio con cornice. In particolare vi si dedicherà molta attenzione in Italia dove diviene un mobile molto famoso. In quest’epoca il commode inizia ad assumere l’importanza di un mobile d’arredo oltre che funzionale tanto che viene concepito un mobile simile, la console, che ha uno scopo esclusivamente ornamentale.

Il settecento: nascita dei comodini antichi

Nel periodo del Rococò, in cui fantasia e libertà artistica vanno di pari passo, s’inizia ad ideare mobili sempre più piccoli e più raffinati. Nasce l’idea dell’intimità, del mobile per comodità ma anche per bellezza. In quest’epoca i mobili diventano tutti più piccoli, più elaborati e più ricchi: le linee si ammorbidiscono, si scoprono nuove tecniche d’intaglio e naturalmente l’intarsio con materiali pregiati. Vanno per la maggiore i motivi floreali, i legni pregiati ed i legni esotici.

La rivoluzione del commode arrivò con Luigi XVI, che volle questo mobile sempre più piccolo, chiamandolo “demi commode”, il vero precursore dunque dei comodini antichi.

Questi piccoli mobili, inizialmente a forma di mezzaluna, vengono concepiti proprio come piccoli commode e vengono dotati di tre o quattro cassetti ed un piano d’appoggio.

Sul nascere dell’epoca Neoclassica, il comodino riacquista al pari degli altri mobili sobrietà anche se si presta una maggiore attenzione all’aspetto decorativo, per ciò che concerne la tecnica. Si prediligono per la costruzione legni come il mogano, il ciliegio, il frassino ed il noce. Come materiale d’intarsio viene preferito il bronzo dorato.

Verso la metà dell’ottocento i comodini antichi subiscono alcune variazioni: i cassetti diminuiscono ed al posto loro viene posta un’anta che chiude un vano portaoggetti, in molti casi adoperato per riporre il vaso da notte.

Successivamente, nel novecento, l’anta sparirà di nuovo soppiantata dai cassetti, vengono introdotti nuovi materiali e le forme sono influenzate dalle mode e dal gusto artistico del momento.

Altre tipologie di mobili antichi

Comodini antichi
Sedie Antiche
Tavoli antichi
Scrittoi antichi
Scrivanie antiche
Librerie antiche
Credenze antiche
Specchiere antiche
Cassettoni antichi
Armadi antichi
Vetrinette antiche
Divani antichi
Consolle antiche
Comò antichi
Cassapanche antiche

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio