Comò antichi

comò anticoAntiquariato Giglio si occupa di vendita, valutazioni e acquisto di Mobili Antichi tra cui i Comò Antichi.

Se possiede un Comò Antico e desidera ricevere una stima gratuita e senza impegno, ci sottoponga il mobile utilizzando il MODULO ONLINE che trova alla destra di questa pagina web, compilando tutti i campi richiesti, includendo anche le fotografie.

Saremo lieti di farle pervenire in breve tempo una valutazione di massima e, se di nostro interesse, un’eventuale proposta di acquisto.

Antichità Giglio è sua disposizione per qualsiasi richiesta di informazioni.

albo perito

Maggiori informazioni sui comò antichi

Fra i mobili per arredare una camera da letto non può senz’altro mancare il comò, un mobile semplice, molto utile che ha una straordinaria storia alle spalle. I comò antichi sono l’evoluzione del cassettone, uno fra i primi mobili chiusi ad esser stati inventati. In epoche in cui le popolazioni erano prevalentemente nomadi, ma anche fino al medioevo, i mobili erano prevalentemente aperti, facili da smontare e rimontare all’occorrenza; in sostanza dovevano essere pochi ed occupare meno spazio possibile. Con lo stanziamento, e quindi la dimora fissa, si ebbe la necessità di riporre i propri averi e tenerli in ordine, nacquero così i cassettoni chiusi, all’inizio delle semplici casse con coperchio o con ante e poi dei veri e propri mobili. Si trattava di pezzi d’arredamento solidi, costruiti non per l’estetica ma per la funzionalità, almeno fino al 1500.

La commode: i comò antichi francesi

Nel 1500 per sopperire all’esigenza di riporre indumenti intimi, biancheria della casa ed oggetti della toilette nacque in Francia la commode, una versione più piccola di un armadio ugualmente dotato di ante e/o di cassetti. Il termine commode sta proprio ad indicare la comodità di questo mobile.

Il termine comò viene invece coniato in Italia, una versione contratta di commode, e si diffonde soprattutto in Toscana dove trova stabilmente posto nelle stanze da letto affianco al letto ed all’armadio. Può sembrare scontato, ma in realtà originariamente non era stato concepito come un mobile per la camera da letto, bensì come un mobile da porre nei luoghi di passaggio, fra una camera e l’altra.

In epoca barocca, il comò antico s’impreziosisce di decorazioni e viene posto nelle sale più importanti, proprio per esser esibito, quasi più come un’opera d’arte che come un mobile. Le linee sono curve e morbide, le figure sono realizzate a tutto tondo e prevale la decorazione ad intarsio.

Con l’avvento del Rococò predomina il gusto dell’eleganza e della delicatezza, il comò viene modellato sui gusti delle dame. I mobili sono dunque più aggraziati ed anche più piccoli, ricchi di elaborate decorazioni.

Nell’epoca dell’Impero la commode antica viene sfruttata in diverse versioni, con ante o con cassetti, ma viene semplificata nella decorazione, presenta linee dritte ed un richiamo all’arte classica.

Gli stili dei comò antichi

Come tutti i mobili anchè i comò d’antiquariato hanno subito modifiche di stile e struttura. Fra i più famosi ricordiamo: il Luigi XV, il più noto, dotato di cassetti; il  Luigi XVI alto e stretto con gambe “alla greca”; il Chippendale un modello realizzato da un’ebanista inglese nel XVIII secolo molto sobrio, con richiami alla mitologia greca (Diana e Minerva) adornanti le ante; la commode di Jean-Henri Riesener del 1775 realizzata per Versailles molto maestosa e ricca di decorazioni con ripiano in marmo e probabilmente sormontata da una specchiera, com’era in uso nel ’700.

Come si determina il valore dei comò antichi

In larga percentuale il valore di un mobile antico viene determinato dal suo stato di conservazione, in base a questo si stabiliscono anche i lavori di restauro che non devono andare ad alterare in alcun modo la struttura del mobile in ogni suo pezzo. Poi occorre risalire all’anno di fattura del mobile, i più pregiati sono naturalmente quelli del ’700 ed ’800. In terzo luogo si valuta la preziosità del legno, naturalmente il mogano ed il palissandro sono i più quotati. Quindi si deve valutare la provenienza, i mobili antichi più prestigiosi rimangono quelli francesi.

Altre tipologie di mobili antichi

Comodini antichi
Sedie Antiche
Tavoli antichi
Scrittoi antichi
Scrivanie antiche
Librerie antiche
Credenze antiche
Specchiere antiche
Cassettoni antichi
Armadi antichi
Vetrinette antiche
Divani antichi
Consolle antiche
Comò antichi
Cassapanche antiche

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio