Annibale Carracci

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Annibale Carracci.
Per maggiori informazioni clicca qui

annibale-Carracci-operaAnnibale Carracci fu uno dei più importanti pittori italiani che è possibile inserire in uno stile pittorico completamente antitetico rispetto allo stile del tardomanierismo: insieme ad altri importanti artisti del suo periodo, come Caravaggio, Carracci fu in grado di riprendere quanto appreso dalle scuole rinascimentali riproponendone la tradizione stilistica e culturale e modernizzandola con uno stile del tutto proprio e personale, in cui l’imitazione della realtà quotidiana rappresenta uno dei perni su cui si fonda la sua arte.

Il suo rapporto con il cugino Ludovico Carracci ed il fratello (Agostino Carracci) fu decisivo per la sua carriera, ma sebbene i suoi parenti stretti fossero entrambi pittori di una certa fama, Annibale fu senza dubbio quello dotato di maggiori capacità ed ingegno stilistico.

Nato a Bologna nel 1560, il giovanissimo Carracci ebbe modo di frequentare l’ambiente artistico più fecondo dei suoi tempi ed anche nelle sue primissime opere si possono notare influenze stilistiche come quelle provenienti dalle pennellate di Fontana, Correggio, il Veronese, i Bassano.

Uno dei momenti cruciali fu tuttavia il 1582 quando, insieme al fratello Agostino, fondò a Bologna l’Accademia dei Desiderosi (poi meglio conosciuta come Accademia degli Incamminati): l’obiettivo dei due pittori era quello di porsi in antitesi con il manierismo, cercando di riproporre una diversa visione della realtà e della natura.

Tra le opere in cui si esprime tutto l’estro stilistico del pittore, si ricordano le diverse decorazioni del periodo che intercorre tra il 1582 ed il 1584: in quegli anni, con Agostino e Ludovico, si dedicò alla decorazione di pale d’altare e di diversi palazzi (tra cui il Palazzo Magnani ed il Palazzo Fava).

Degne di menzione per la qualità stilistica sono L’Assunzione, che si trova a Santa Maria del Popolo; il Quo vadis?, attualmente conservato presso la Galleria di Londra: in queste opere si nota una contrapposizione tra il classicismo e l’interesse per la natura di Annibale Carracci, e l’anticlassicismo ripreso dal Caravaggio.

Importante, però, fu la sua influenza in Italia ed all’estero.

Il pittore si spense a Roma, nel 1609.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio