Quadri famosi

acquistiamo dipinti

Acquistiamo dipinti!

L’antiquario “Antichità Giglio” si occupa dal 1978 di antiquariato. Acquistiamo dipinti di varie epoche come anche dipinti di arte moderna e contemporanea.

Lino Giglio (titolare dell’attività) è un PERITO iscritto alla Camera di Commercio di Milano nonchè all’Albo del Tribunale di Milano.

Sapremo dare una giusta e gratuita valutazione del Tuo dipinto. CONTATTACI SENZA IMPEGNO!!

Quadri famosi del Settecento

Il Ferito

Gaspare Traversi, Il ferito.
In questo famoso quadro l’attenzione dell’opera è concentrata sul fatto, un giovane uomo viene confortato amorevolmente da una donna, la quale gli sostiene il viso, il giovane si alza la camicia affinché il medico, intento a scostare un lembo di stoffa, possa ispezionare la ferita. Per ottenere la concentrazione sulle tre figure centrali in primo piano colloca alle loro spalle altre figure prive di architettura. I rapporti cromatici calcolati con estrema finezza creano la trama pittorica.

Alessandro Mascagno, Pulcinella e suo figlio.
Uno dei temi dominanti delle opere del Mascagno, detto il Lissandrino, è pulcinella adulti e bambini. La realtà non è trasposta oggettivamente su tela ma è trasformata, deformata, le figure sono spettrali, allungate, disarticolate. In questo quadro famoso viene colta la solitudine dei due pulcinella mentre consumano il pasto in un unico piatto, seduti uno di fronte all’altro, entrambi uniti dallo stesso destino. L’allungarsi del corpo del padre, il triste ripiegamento in avanti delle teste, l’ambiente cupo e la deformità fisica conferiscono un forte senso di drammaticità alla scena.

Canaletto, Il ritorno del Bucintoro.
Il pittore, attraverso i tocchi che sintetizzano le forme degli uomini, il leggero movimento delle onde e lo scintillio dell’acqua, riesce a riprodurre il valore atmosferico della città di Venezia in questo quadro famoso.

Quadri famosi dell’Ottocento

Quadro famoso - Il giuramento degli Orazi Jaques-Louis David, Il giuramento degli Orazi.
L’opera dai contenuti repubblicani, fu commissionata da Luigi XVI. Il rigore geometrico delle linee rette, triangolari e parallele, l’intersecarsi delle forme (gambe, spade, braccia) rendono la determinazione degli uomini.
L’impianto prospettico di questo quadro famoso, fa si che l’attenzione si focalizzi nel punto culminante, sull’incrocio delle mani e degli occhi mostrando unità di intenti. La luce ha una precisa funzione espressiva, dà statuarietà ai corpi degli uomini. La disperazione delle donne è raffigurata per mezzo del loro abbandono doloroso e dalla prevalenza di andamenti curveggianti che interrompono la curva prospettica della striscia pavimentale.

Francisco Goya, Il colosso.
Goya è il maggior interprete del sentimento popolare spagnolo in tutti i suoi molteplici aspetti. Percepisce profondamente il disagio e il dramma dei suoi tempi e la documenta con estrema nitidezza per mezzo della rappresentazione angosciosa del proprio “io” e la raffigurazione del dramma della guerra. Alla precisione lineare, Goya sostituisce la prospettiva obliqua e la pennellata rapida e sintetica.

Francisco Goya, Le fucilazioni del 3 maggio.
Il famoso quadro fa parte di una serie volta a documentare alcuni dei momenti più salienti dell’insurrezione del popolo di Madrid contro le truppe napoleoniche che occupavano la città. Il quadro esalta l’eroica resistenza del popolo spagnolo contro l’invasione francese ma non rispecchia la retorica patriottica neoclassica.

Quadri famosi del Romanticismo

Quadro Friedrich - Il naufragio della speranza Caspar David Friedrich, Il naufragio della speranza.
E’ un’opera ispirata ad un naufragio effettivamente avvenuto durante una spedizione polare.L’ampiezza della veduta è volta a rendere il senso dell’immensità di una natura incontaminata e primordiale, la nave naufragata adagiata su un fianco e travolta dai ghiacci mette in contrasto la grandiosità della natura e la piccolezza dell’essere umano. Il desiderio di conoscenza dell’uomo e la sua ricerca di dominio sulla natura sono destinati, nella visione di questo quadro famoso, a rimanere irrealizzati per via della potenza della natura.

Johann Heinrich Fussli, Incubo notturno.
L’opera rivela un aspetto fondamentale della poetica romantica, viene rappresentato l’ “io” che si libera attraverso i sogni visionari, momento in cui, durante il sonno, l’inconscio ha il sopravvento sulla ragione e avanti all’uomo scorrono immagini incontrollate cui viene dato il compito di rivelare i misteri dei sentimenti umani. Il significato di questo quadro famoso è rappresentato dall’emergere dal buio di immagini mostruose e dal contrasto di colori scuri della parte alta e quelli chiari della parte bassa del quadro e dall’innaturale contorsione del corpo.

Joseph Turner, Vapore durante una tempesta di mare.
In questo quadro sono particolarmente evidenti il senso del “sublime” e la grandiosità delle forze della natura che sono in contrapposizione all’estrema fragilità dell’uomo. Il paesaggio si dissolve in un vorticoso movimento di luci e linee che annulla qualsiasi consistenza e avvolge lo spettatore rendendolo parte del quadro e protagonista.

Eugène Delacroix, La libertà che guida il popolo (il 28 luglio 1830).
E’ un’opera che nasce a seguito dei moti rivoluzionari del luglio 1830, che in pochi giorni rovesciarono il regno di Carlo X. E’ la documentazione di un importante evento storico che vide i parigini sulle barricate. Questo tema rappresenta una fondamentale svolta nella poetica romantica. I fatti sono vissuti dall’artista nella loro contemporaneità e non sono oggetto di rivisitazione in chiave onirica, sono vissuti in modo diretto e non amplificati nella mente.

Francesco Hayez, Il bacio.
Questo quadro famoso è stato dipinto nella seconda metà dell’Ottocento durante la seconda guerra d’indipendenza. Le apparenze medievali celano un significato risorgimentale, l’ultimo bacio del patriota prima di partire volontario per la guerra. Significato rafforzato dalla vivacità dell’azzurro della veste della donna.

Quadri famosi del Realismo

Gustave Courbet, Le bagnanti e Le signorine sulle rive della Senna.
Le opere di Courbet, in età napoleonica, fecero molto scandalo. In questo famoso quadro poi, la nudità delle bagnanti e la scompostezza delle signorine sulla Senna furono tacciate di eccessivo realismo che non si confaceva ai costumi dell’epoca e a quello che era considerato il giusto contegno che una donna doveva mostrare.

Jean-Francois Millet, L’Angelus.
La pittura di Millet è priva di ribellioni, le sue opere comunicano una dolce e rassegnata tristezza, i paesaggi e gli uomini sono accomunati da un senso di eterno e di ciclicità di tutto ciò che si vive. Il quadro è la rappresentazione della dedizione religiosa alla vita dei campi.

Quadri famosi dell’Impressionismo

Quadro Manet - Colazione sull erba Edouard Manet, Déjeuner sur l’herbe (Colazione sull’erba).
La tela fu esposta nel 1863 e divenne ben presto famosa attraendo il giudizio scandalizzato della critica e del pubblico poiché appariva indecente ai loro occhi. Nonostante il nudo fosse uno dei temi più usuali e accettati di tutti i tempi, lo scandalo non derivava dalla scelta dalla scelta del tema, ma dal fatto che in età moderna non era pensabile che una donna contemporanea si denudasse totalmente sulle rive della Senna conversando indifferentemente con due giovanotti vestiti con cura.

Edouard Manet, Olympia.
Questo famoso quadro suscitò ancora più scandalo poiché rompeva ancora più clamorosamente con la tradizione accademica per la modellazione basata esclusivamente sul colore.

Claude Monet, La Grenouillère.
E’ il primo quadro a poter essere considerato effettivamente impressionista, in questa opera la natura è rappresentata come qualcosa di distaccato dall’individuo.

Pierre-Auguste Renoir, Bal au Moulin de la Galete.
Come la maggior parte degli impressionisti, anche Renoir sceglie il soggetto nella normalità della vita comune, in questo caso il ballo all’aperto in un ritrovo di Montmartre, un ballo di giovani cittadini. È uno dei quadri fondamentali di tutta un’epoca, le immagini fugaci che si susseguono le une alle altre, lo scintillio di luci e di colori, il movimento transitorio sembrano isolare dei fotogrammi come se stessimo osservando una pellicola cinematografica.

Edgar Degas, L’assenzio.
È il quadro più famoso di Degas in cui un clochard e una prostituta siedono in un bar, immobili di fronte alle loro bevande, immersi nei loro pensieri. La drammaticità non è data dalle misere vite dei due protagonisti, in Degas non c’è denuncia sociale, il dramma è dato dal decentramento scenico dei due e dall’emarginazione dei due.

Paul Cézanne, I giocatori di carte.
La pittura di Paul Cézanne pare essere l’opposto di quella impressionista, Cézanne non vuole riprodurre l’apparenza della natura ma vuole coglierne la sostanza. Egli ritiene di trovare la sintesi delle sensazioni che derivano dalla natura attraverso l’uso delle forme geometriche, vuole superare la fugacità dell’immagine percepita tramite una rapida occhiata per prediligere una comprensione più approfondita e più durevole della natura per mezzo di tali forme.

 
 
 

PITTORI FAMOSI:

Pittori italiani

 
 
 

Pittori stranieri

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio