Gasparo Lopez Dei Fiori

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Gasparo Lopez Dei Fiori.

Per maggiori informazioni clicca qui

quadro gasparelopezLe notizie che abbiamo sulla vita di Gasparo Lopez Dei Fiori, vissuto probabilmente a Firenze o Venezia intorno al 1740 le otteniamo attraverso De Dominici. Necessitano, tuttavia, di un’integrazione con nuovi documenti e informazioni da attingere in seguito al suo soggiorno a Firenze.

Il suo luogo di nascita è forse da far risalire alla città di Napoli. Qui ebbe come maestro il Belvedere. Al testo stesso divenne familiare con i lavori di JeanBaptiste Dubuisson. Da qui il suo stile di pittura si fece ornamentale e caratterizzato da un forte cromatismo.

Tra le sue predilezioni artistiche, rientravano le composizioni en plein air, in particolare, in contesti verdi e naturali, ricchi di alberi e vegetazione o di viali ed elementi monumentali.

La sua prima opera risale al 1712 e prende il nome di Fiori, raffigurante una figura femminile all’interno di un paesaggio, attualmente conservata nel museo di San Martino.

Altre opere di Gasparo Lopez Dei Fiori si trovano, oltre che presso la Reggia di Caserta ed il Correale di Sorrento, anche presso gli Uffizi ed al Kunsthi-storisches di Vienna e i musei minori di La Valletta, Chambery e Kiev.

Di Gasparo Lopez Dei Fiori risulta nel 1717 un’iscrizione alla Corporazione dei pittori napoletani. Da Napoli, però, si spostò presto per viaggiare e lavorare anche all’estero, in Prussia, a Roma, a Venezia, forse in Polonia.

Dopo questi spostamenti, però, Gasparo Lopez Dei Fiori decise di stabilirsi a Firenze, dove visse per  oltre dieci anni e subì l’influenza dello stile di Andrea Scacciati. Francesco Maria Niccolò Gaburri ho aveva introdotto nel 1727 nell’ambiente artistico.

La sua reputazione iniziò a diffondersi ed era molto richiesto da benestanti collezionisti locali tra cui Ignazio Hugford. La sua pare sia stata una morte violenta causata da ferite subite durante una rissa a Venezia e databile intorno al 1740.

 

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio