Afro Basaldella

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Afro Basaldella.
Per maggiori informazioni clicca qui
dipinto-basaldella
Afro Libio Basaldella, detto Afro nasce a Udine, il 4 marzo 1912. È stato considerato un importante esponente dell’astrattismo italiano, un pittore appartenente alla Scuola Romana, la stessa scuola di Renato Guttuso e Giorgio De Chirico e Renato Guttuso. Afro inizia i primi studi a Venezia, dove nel 1931 si diploma e poi a Firenze.
Già prima del diploma nel 1828 insieme a Filippone e i fratelli Mirko e Dino espone a Udine alla prima mostra d’avanguardia e l’anno dopo espone a Venezia alla XX Esposizione dell’Opera Bevilacqua La Masa.
Nel 1929 grazie a una borsa di studio della Fondazione Marangoni si trasferisce a Roma dove incontra Scipione, Corrado Cagli e Mario Mafai. Tra il 1932 e il 1933 ritorna a Milano e in questo periodo espone alla galleria del Milione.
Tra gli anni 1934 e 1935 è di nuovo a Roma e grazie a Corrado Cagli si avvicina al tonalismo e nel 1936 esprime tutta la sua vocazione architettonica della pittura tonale in una serie di affreschi, che poco dopo vengono distrutti, per il collegio dell’Opera Nazionale Balilla di Udine.
Nel 1937 è a Parigi e collabora con Corrado Cagli alle decorazioni per l’Esposizione internazionale e si interessa alla pittura impressionista e cubista. Dal 1937 al 1939 espone alla Galleria della Cometa di Roma, esegue degli affreschi a Rodi, nella villa del Profeta e l’Albergo delle Rose e partecipa nel 1939 prima alla III Quadriennale di Roma, poi a Torino col fratello Mirko alla galleria della Zecca e Genova alla galleria Genova.
In questo periodo dedica alcune mostre al sociale: maternità, infanzia, ecc. opere a tempera che sono andate perdute. Con l’inizio della guerra, nasce in Afro l’esigenza di un rinnovamento con opere del tipo di nature morte e quadri di figura e a fine conflitto nel 1941 è a Venezia a insegnare mosaico all’Accademia.
Negli anni Sessanta si avvicina maggiormente all’informale. La sua pittura diventa più grezza e irregolare e nel decennio successivo nonostante inizi a soffrire problemi di salute vince molti premi. Muore a Zurigo il 24 luglio 1976.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio