Giuseppe Ribera (Jusepe de Ribera)

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Giuseppe Ribera (Jusepe de Ribera).
Per maggiori informazioni clicca qui

giuseppe-de-ribera-operaPittore famoso di origine spagnola, nasce a Xàtiva il 17 febbraio 1591. Noto come il nome di Spagnoletto, soprannome legato alla sua bassa statura, Ribera è considerata uno dei maggiori rappresentanti del caravaggismo e massimo esponente della pittura europea del XVII secolo.

Lasciata la terra d’origine, il pittore spagnolo si trasferisce in Italia, dove entra in contatto con personaggi emergenti della realtà artistica dell’epoca quali il Reni e Ludovico Caracci.

Dopo alcuni anni all’Italia settentrionale, la Ribera decise di avvicinarsi alla realtà pittorica napoletana in cui dominava lo stile oscuro e profondo del Caravaggio.

Ed è a Napoli, precisamente all’ombra del Vesuvio che lo Spagnoletto inizia il periodo più florido per la sua carriera artistica: il clima stimolante partenopeo, permettono al Ribera di realizzare  in pochissimo tempo numerose tele tutte a sfondo religioso quali San PietroSan Paolo e San Giacomo Maggiore, Sant’Andrea e Flagellazione di Cristo,  San Girolamo e l’angeloSan Paolo penitenteSan SebastianoCrocifissione ed il Martirio di San Bartolomeo quest’ultime realizzate per nome del Duca di Osuna.

Sono questi anche gli anni il cui il pittore famoso decide di convogliare a nozze con la figlia sedicenne di Giovanni Bernardino Azzolino, anziano pittore dei quartieri spagnoli che sin da subito fu grande amico e mentore del Ribera, matrimonio che lo vide padre di ben sei figli.

In poco tempo la fama dello Spagnoletto giunge in tutta Europa: la tragicità caravaggesca, lo stile crudo e molto realistico contraddistingue lo stile inequivocabile del pittore spagnolo che realizza in poco tempo due dipinti di notevole spessore artistico quale il Sileno Ebreo (1626) e Il Martirio di Sant Andrea.

Famoso è anche il suo impegno nella monumentale opera decorativa della certosa di San Martino per la quale aveva già scolpito la Pietà.

Gli ultimi anni della sua vita furono segnati dalla malattia che lo portò a spegnersi nel 1652 a Napoli.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio