Campendonk Heinrich

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Campendonk Heinrich.
Per maggiori informazioni clicca qui

campendonk heinrich operaNato il 3 novembre del 1889, Campendonk Heinrich fu un interessante artista tedesco, in particolare produttore di opere e dipinti moderni ma in un certo senso anche simbolisti.

La sua prima educazione artistica ebbe luogo grazie agli insegnamenti di quello che fu il suo maestro, di origini olandesi, Thorn-Prikker: in quel periodo egli viaggiò spesso tra Krefeld e Monaco, diventando particolarmente attivo in un movimento artistico della città di Monaco nel 1911.

In quel periodo entrò in contatto con pittori ed artisti di dipinti moderni come Wassily Kandinsky e Augbust Macke, attivi nel Neue Künstlervereinigung München, il movimento artistico di quell’epoca, ma si dedicò anche alla conoscenza di un altro gruppo, Der Blaue Reiter.

In molte delle sue opere si esprime un concetto importante, che è quello di modernità da un lato e della ricerca di forme geometriche dall’altro: in questo atteggiamento artistico, particolarmente presente nei suoi dipinti moderni, è bene evidente l’influenza di due movimenti artistici, Espressionismo e Futurismo.

L’artista ebbe modo di conoscere ed apprezzare anche molte opere antiche, in particolare quelle italiane: l’anno in ci scoprì le opere di Giotto ed i mosaici fu il 1920, quando visitò l’Italia rimanendo affascinato dalla cultura e dall’arte italiana. Gli piacque e fu colpito dalla pittura religiosa e votiva, apprezzando anche quella popolare; le sue opere successive dimostrano proprio la necessità di una ricerca di equilibrio e combinazione di queste arti, soprattutto nella ricerca della proporzione.

In quanto artista moderno, fu colpito e condannato dalle critiche del nazismo: venne considerato come un pittore degenerato, e gli fu vietata l’esibizione dei suoi dipinti. Così, decise di spostarsi in Olanda, dove visse e lavorò per il resto della sua esistenza presso l’Accademia reale di arti visuali di Amsterdam, sia come insegnante che come direttore.

E fu proprio in Olanda, ad Amsterdam, che l’artista morì il 9 maggio del 1957.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio