Vittore Grubicy de Dragon

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Vittore Grubicy de Dragon.
Per maggiori informazioni clicca qui

Vittore-Grubicy-de-Dragon-operaNato il 15 ottobre del 1851 a Milano, Vittore Grubicy de Dragon fu un famoso pittore ed incisore, oltre che un critico d’arte italiano, fra i più grandi esponenti della corrente del Divisionismo nel Belpaese.

Di nobili origini, in quanto il padre, grande esperto ed appassionato di arte, era il barone ungherese Alberto Grubic, fin dalla tenera età si rivelò particolarmente interessato per le belle arti.

Frequentò quindi la prestigiosa piazza artistica milanese, ricevendo una formazione prettamente umanistica, mentre giovanissimo, nel 1870, si ritrovò a viaggiare per l’Europa, compiendo ripetute visite a Londra, Anversa e Parigi, intraprendendo la carriera di commerciante di opere d’arte e prendendo parte a diverse esposizioni di dipinti, quadri, sculture ed altri capolavori artistici.

Nel 1876 divenne il titolare, assieme al fratello Alberto, della Galleria Pedro Nessi & C., di Milano, della quale precedentemente era stato collaboratore, rinominata come Galleria d’arte Grubicy. Iniziò pertanto a promuovere alcuni fra i più noti e talentuosi artisti dell’epoca, tra cui il pittore piemontese Angelo Morbelli, il trentino Giovanni Segantini, il toscano Benvenuto Benvenuti, l’emiliano Gaetano Previati, e poi ancora Emilio Longoni, Carlo Fornara, Achille Tomimetti ed altri ancora.

A partire dal 1882 si trovò a soggiornare sovente in Olanda, dove si avvicinò ad artisti del calibro di Hendrik Willem Mesdag, Isaac Israel e, soprattutto, ad Anton Mauve, celebre pittore che lo ispirò al punto da indurlo ad intraprendere la carriera di pittore, realizzando numerosi dipinti ed acqueforti, tra i quali si ricordano Mare di nebbia, Mattino gioioso, Il vecchio marinaio.

Purtroppo, un improvviso male, venuto alla luce negli ultimi anni del 1800, lo costrinse suo malgrado e con immensa sofferenza a rinunciare alla sua carriera di pittore, proseguendo comunque come critico d’arte. L’artista si spense il 4 agosto del 1920, nella sua amata Milano.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio