Carloni Carlo Innocenzo

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Carloni Carlo Innocenzo.
Per maggiori informazioni clicca qui

Carloni Carlo Innocenzo-operaCarlo Innocenzo Carloni o Carlone nacque a Scaria nel 1689 da una famiglia ramificata di artisti, che lavoravano come architetti e stuccatori tra Austria e Germania. Appena dodicenne seguì il padre in Germania ma, essendo più portato a realizzare dipinti, fu affidato ad un conterraneo del vicino villaggio di Laino, Giulio Quaglio, che conduceva una fiorente bottega a Udine e poi a Lubiana.

Grazie a lui, apprese l’arte dell’affresco e quella della pittura a olio. Completò la sua formazione con soggiorni a Venezia, dove entrò in contatto non solo i dipinti del Tintoretto, ma anche con quelli di pittori barocchi, quali Sebastiano Ricci. Nel 1708, a 22 anni, ebbe il suo primo importante incarico a Innsbruck.

Carloni realizzò soprattutto dipinti di grande formato, come su soffitti di chiese o su pareti di palazzi, o anche grandi dipinti a olio, pieni di colori e popolati da numerose figure.

Nel 1715 si stabilì a Vienna, dove riscosse molto successo e gli vennero affidati diversi incarichi. Di questo periodo, ad esempio, sono gli affreschi del palazzo Kinsky Daun (la Glorificazione di un Eroe, sullo scalone; le Nozze di Amore e Psiche in una sala) e quelli del castello residenziale di Hetzendorf (Il Carro del Sole), dipinti per incarico della principessa di Liechtenstein.

Nel 1721 il C. eseguiva gli affreschi del duomo di Bratislava e nel 1727  a Praga decorò lo scalone e due sale del palazzo Clam Gallas.

La sua fama si diresse anche in Germania, dove il duca Eberhard Ludwig del Württemberg gli diede l’incarico di abbellire la chiesa della sua residenza a Ludwigsburg.

Quale esempio della maturità dei suoi ultimi anni vanno ricordati i due dipinti nella chiesa parrocchiale di Castel San Pietro, Ticino, realizzati tra il 1758 e 1759 quando il Carlone aveva già raggiunto l’età di 72 anni:  Il Papa Eusebio battezza il futuro Vescovo Eusebio e Il Concilio di Milano.

Morì a Scaria il 17 maggio 1775.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio