Bonavia Carlo

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Bonavia Carlo.
Per maggiori informazioni clicca qui

bonavia_carlo-quadroCarlo Bonavia fu un pittore italiano vissuto nel Settecento. Nato forse a Roma, dell’artista non vi sono molte informazioni biografiche a disposizione; secondo alcuni critici e storici, il pittore era nato a Napoli, ma l’idea riguardava in particolare il fatto che fosse stato particolarmente attivo a livello artistico nella città campana, ma nella realtà non vi sono fonti note che sembrano orientarsi verso questo pensiero.

Nato, quindi, con molta probabilità a Roma, Carlo Bonavia è invece molto conosciuto per la sua tradizione artistica e per alcuni dei suoi dipinti famosi, che sono oggi datati negli anni che vanno dal 1755 al 1788; è probabile, quindi, che la sua maggiore produzione artistica possa essere datata attorno a quegli anni, dato che si ricordano di questo periodo dipinti, come ad esempio Arco naturale sulla costa di Posillipo, Naufragio su una costa rocciosa (esistono due opere con questo titolo, ma conservate in città diverse, una in Gran Bretagna ed una a Madrid), Eruzione del Vesuvio, La baia di Baia con il Castello Aragonese e il Tempio di Venere.

Oltretutto, il fatto che molte di queste opere si trovino oggi conservate presso Inghilterra e Spagna, lascia pensare che l’artista fosse anche apprezzato oltre il confine italiano e che molti dei suoi  dipinti fossero stati a lui commissionati da protettori stranieri.

Molte di queste opere – ricordiamo anche uno dei suoi più famosi dipinti, Castel dell’Ovo a Napoli, databile probabilmente nel 1788 – rappresentano le bellezze di Napoli, città in cui il pittore fu particolarmente attivo e dalla quale trasse la maggiore ispirazione per le sue opere. Secondo alcuni critici, oltretutto, Carlo Bonavia era uno dei più apprezzabili pittori di genere storico e di vedute, e da queste opinioni ben si comprende come il Bonavia fosse un paesaggista stimato.

Apprezzato e stimato allievo di Claude Joseph Vernet, pittore francese, in alcuni dei suoi famosi dipinti si nota una certa inclinazione verso lo stile del maestro, tant’è che alcune delle sue opere erano state attribuite al Vernet.

Il pittore morì probabilmente a Napoli, dopo il 1788, anno in cui viene datata l’ultima opera ad egli attribuita.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio