Armani Ernesto Giuliano

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Armani Ernesto Giuliano.
Per maggiori informazioni clicca qui

armani-ernesto-giuliano_dipintoErnesto Giuliano Armani fu un pittore italiano i cui dipinti divennero famosi in Italia ed all’estero.

Armani nacque a Malè nel 1898, della sua famiglia erano già noti nel panorama artistico il padre Augusto e lo zio Basilio, entrambi pittori ed incisori del trentino.

Ernesto frequentò, nel 1910, la Scuola Reale Elisabettina di Rovereto; mentre nel 1919 s’iscrisse alla facoltà di Architettura presso l’Istituto Tecnico Superiore di Milano dove prese la laurea nel 1922. Sebbene mostrasse molto talento per la pittura e l’acquerello, divenne architetto per volere del padre. Esercitò il suo lavoro per diversi anni, sia in Italia che all’esterno, mai dimentico di aver dentro il fuoco dell’arte. Decise  infine di dedicare maggior tempo ai suoi dipinti.

Durante un viaggio nell’America del sud, Armani ebbe modo di esporre le sue opere a Buenos Aires, Rosario e Montevideo, in quest’ultimo luogo, in particolare, nel 1952 tenne una prestigiosa esposizione dei suoi quadri.

Successivamente decise di recarsi verso Parigi per studiare le monumentali opere dell’uomo, quali le cattedrali gotiche e qui continuò la sua carriera di artista. Si recò anche a Chartres e Reims dopodiché decise di soggiornare a Londra dove raffigurò sulle sue tele gli imponenti monumenti ed i ponti riflessi sul Tamigi.

Nel 1966 gli fu conferita l’onorificenza di Commendatore, dal Presidente della Repubblica, per i suoi meriti artistici. In seguito si unì all’Accademia degli Agiati, all’Accademia d’Italia, alla Tiberina di Roma, alla Serenissima Signoria di Firenze e dell’Accademia Universale Alessandro Magno di Prato, dove nel 1985 gli fu assegnato il premio “La Samotracia d’oro”. Morì a Rovereto l’anno successivo.

Armani Ernesto Giuliano e la pittura

Inizialmente attratto dalla figura umana, il giovane pittore si dedicò nei primi dipinti alla ritrattistica per poi passare alle scene familiari, ai paesaggi italiani ed agli interni delle chiese, specie quelle gotiche osservate durante i suoi viaggi. Riuscì a coniugare pittura ed architettura dopo il secondo conflitto mondiale anche se, in realtà, non abbandonò mai la realizzazione delle sue opere per dedicarsi a tempo pieno all’architettura. In pochi sanno che fra i suoi talenti vi era quello si saper abilmente lavorare i gioielli trasformandoli in fiori.

Fra i dipinti di maggior successo di Armani ricordiamo: “I piccioni di piazza Duomo a Milano”, “Londra. Abbazia di Westminster”, “Parigi. La cattedrale nella nebbia”, “Vienna. Le carrozzelle”, “Aratura in Toscana” e “Luci nel bosco”. 

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio