Anesi Paolo

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Anesi Paolo.
Per maggiori informazioni clicca qui

Anesi_paolo-quadroPaolo Anesi fu un pittore italiano nonché incisore, si ricordano i suoi dipinti per le caratteristiche del movimento artistico rococò a cui il pittore aderiva.

Nacque a Roma nel 1697, la sua formazione artistica si orientò da subito verso il vedutismo di cui Arnesi fu uno dei maggiori esponenti nel ’700. Fra i suoi mentori citiamo Giuseppe Bartolomeo Chiari, Andrea Locatelli, Sebastiano Conca e Bernardino Fergioni.

Salvo un periodo trascorso a Firenze, il pittore soggiornò per il resto dei suoi anni a Roma, dove i suoi dipinti acquistarono una certa fama.

Inizialmente ispirato dalla corrente bamboccesca, finì poi con l’abbandonarla per preferire i nuovi movimenti settecenteschi. Delle sue opere vedutiste diverse furono destinate a mercanti d’arte stranieri, inglesi per lo più, si trattava di opere piccole, di eleganti e raffinati paesaggi.

Fu ammesso come membro dell’Accademia dei Virtuosi al Pantheon nel 1757. Nel 1761 ebbero particolarmente successo i quadri ritraenti Villa Albani, Palazzo Sergardi a Siena, Villa Doria Pamphilj e Villa Chigi.

Fra le opere di Anesi si ricordano anche le incisioni, in particolare un tomo “Varie vedute inventate ed intagliate da Paolo Anesi” del 1725. Alcuni dei suoi lavori sono stati esposti presso la Galleria Doria Pamphilj, la Galleria Corsini e la Galleria Pallavicini. Uno degli affreschi che conquistò il maggior successo fu senz’altro “Capricci con rovine del Foro”.

Fu il mentore di Francesco Zuccarelli e Paolo Monaldi.

Anesi dipinse all’incirca fino al 1766 anno in cui gli vengono attribuite alcune vedute del  Castello di Sagan ma di qui in poi si hanno pochissime notizie sulla sua carriera artistica. Nonostante la fama acquisita dai suoi dipinti, la critica non fu sempre benevola nei confronti di Arnesi. Con il passare del tempo per se la fama e cadde in disgrazia, morì a Roma nel 1773 in condizioni d’indigenza.

Fra i dipinti più famosi Paolo Anesi ricordiamo anche “Vedute all’acquaforte” del 1725.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio