Cima Luigi

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Cima Luigi.
Per maggiori informazioni clicca qui

cima_luigi-operaCima Luigi, fu un noto pittore italiano. Nacque a Belluno nel 1860. Durante gli anni della formazione compì gli studi tecnici a Feltre che poi abbandonò per iscriversi all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Durante questi anni esordì all’Esposizione Nazionale di Milano con Interno della basilica di San Marco (1876) e studiò presso vari pittori famosi come:  G. Favretto, P. Molmenti ed E. De Blaas.

Durante una mostra a Venezia (1881) espose alcune vedute che riscossero molto successo fra il pubblico e la critica.

Successivamente al diploma, Cima Luigi, lavorò presso lo studio dello scultore Dal Lotto e s’inserì perfettamente nella vita artistica veneziana, stringendo amicizia con Giacomo Favretto, Guglielmo Ciardi, Luigi Nono, Bartolomeo Bezzi e Alessandro Milesi.

Luigi Cima raffinò la sua tecnica di pittura sulla miniatura fino ai primi del Novecento per poi rimaner affascinato dal paesaggismo veneto. Il Cima, in questo ambito, fece sfoggio del suo talento miscelando armoniosamente nelle sue vedute semplicità e raffinatezza. Oltre al tema paesaggistico, Cima si cimentò anche con nature morte, animali e composizioni religiose.

Si susseguirono, dal 1893 al 1901, diverse esposizioni a Venezia, a Genova, a Torino, a Firenze, a Roma ed a Milano, dove fra l’altro vinse diversi riconoscimenti. Fra le esposizioni più importanti dei quadri di quest’artista ricordiamo: la 1ª e alla 2ª Biennale di Venezia nel 1895 e nel 1897.

Fra i più importanti  dipinti famosi di Luigi Cima, si ricorda: un volume su Venezia con 38 tavole edito l’editore Engel di Vienna, Contadina bellunese, Ritratto di Donna, Santa, Donna con velo, Il ritorno dal pascolo, Un canale a Venezia, Il ritorno delle Selve, Primi sintomi, Addio, Angoscia materna, Vacche alla pozza, Nevicata, I fabbri, Alla sagra del villaggio, L’Inverno, Senza mamma e San Giovanni Bosco.

Luigi Cima, dopo essersi ritirato dalla vita artistica pubblica morì a Villa di Villa nel 1944.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio