Beccafumi Domenico

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Beccafumi Domenico.
Per maggiori informazioni clicca qui

becccafumi-domenico-dipintoDomenico Beccafumi fu un noto pittore italiano, nonché scultore, del Cinquecento. Schivo e riservato quest’artista viaggiò molto nel corso della sua carriera artistica, divenendo famoso per i suoi affreschi ma anche per le sue opere scultoree.

Beccafumi nacque a Montaperti nel 1486, gli anni della sua formazione si svolsero nella bottega del Perugino (Siena).

Nel 1510 il giovane artista visitò Roma dove ebbe modo di venir a contatto con le opere di  Raffaello e Michelangelo del quale vide la Cappella Sistina in fase di lavorazione.

Nel 1512 il pittore fece ritorno a Siena dove si dedicò alla lavorazione ad alcuni dei suoi famosi dipinti, gli affreschi per la Cappella del Manto nell’Ospedale del Santa Maria della Scala ovvero “L’Incontro di Gioacchino” e “Anna alla Porta Aure” oltre ad una pala d’altare con la Trinità.

Nel 1516 i suoi famosi dipinti lo resero talmente famoso e richiesto che l’artista poté acquistarsi una casa propria. Due anni dopo lavorò agli affreschi per l’Oratorio di San Bernardino con Sodoma e di Girolamo del Pacchia. Un famoso dipinto di quegli anni è le “Stimmate di Santa Caterina”, uno splendido esempio di pittura fiorentina del Cinquecento.

Si recò nuovamente a Roma nel 1520 dove ebbe modo di studiare la pittura del Raffaello che chiaramente influenzò una delle sue famose opere: il Pavimento del Duomo di Siena.

Di ritorno a Siena realizzò anche la “Natività” per la chiesa di San Martino e nel 1529 lavorò agli affreschi della Sala del Concistoro presso il Palazzo Pubblico, uno dei suoi lavori più famosi.

Successivamente soggiornò per un po’ di tempo a Genova, lavorando alle commissioni per il principe Doria. Tornato a Siena, dopo un soggiorno a Pisa, lavorò ad opere quali “l’Annunciazione” della chiesa di San Martino a Sarteano (1546) e ad un’opera di scultura di otto Angeli in bronzo addossati alle colonne della navata centrale del Duomo di Siena.

Domenico Beccafumi si spense a Siena nel 1551.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio