Anton Sminck van Pitloo

Antichità Giglio offre servizio di valutazione gratuita delle opere del pittore Anton Sminck van Pitloo.
Per maggiori informazioni clicca qui

anton-sminck-von-pitloo-quadroAnton Sminck van Pitloo nacque ad Arnhem, il 21 aprile del 1790 (o, secondo altre fonti, l’8 maggio dello stesso anno), e fu un famoso pittore e paesaggista olandese.

Fin da giovanissimo mostrò subito una grande passione per le belle arti, tanto che frequentò i corsi di disegno e di pittura presso la scuola di un discreto acquarellista e pittore, tale H. J. Van Ameron.

In seguito, grazie ad una borsa di studio offertagli da Luigi Bonaparte, re d’Olanda e fratello del grande Napoleone, si trasferì a Parigi, continuando a studiare e ad affinare il proprio stile con maestri del calibro dei pittori Jean-Victor Bertin e Jean Joseph Xavier Bidauld, e, pochi anni più tardi, nel 1811, si recò a Roma, dove si stabilì presso una comunità artistica di suoi connazionali.

Tuttavia, con la caduta dei Bonaparte, avvenuta nel 1815, i sussidi cessarono, e Pitloo fu costretto a trovarsi una nuova sistemazione. Si recò quindi a Napoli, presso la corte del politico, diplomatico ed estimatore d’arte Grigory Vladimirovich Orloff, un conte russo.

Fu a Napoli che l’arte di Pitloo si consacrò, e dove realizzò i suoi dipinti antichi più celebri e degni di nota. A partire dal 1816 divenne anche insegnante di paesaggio presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli, dopo aver vinto un concorso pubblico, mentre pochi anni più tardi creò una propria scuola, divenendo fondatore della cosiddetta Scuola di Posillipo, e facendo da maestro a grandi artisti del calibro di Gabriele Smargiassi e Giacinto Gigante. Fra i suoi dipinti antichi più noti, si ricordano La veduta di Ischia col castello aragonese, Castel dell’Ovo dalla spiaggia, La lanterna del molo.

Nel 1837 fu una delle tante vittime dell’epidemia del colera, malattia che lo uccise prematuramente il 22 giugno dello stesso anno.

Lino Giglio è iscritto al ruolo dei PERITI ed ESPERTI n° 2683 Camera di Commercio di Milano e
iscritto al Albo del Tribunale di Milano CTU n° 12101.
La Giglio & C. è iscritta alla Federazione Mercanti D’Arte Antica e al Sindacato Provinciale Mercanti d’Arte Antica di Milano.

Federazione Italiana Mercanti d'Arte Associazione Antiquari Milanesi

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio