Oggetti antichi – Valutazioni

valutazione di oggetti antichiAntiquariato Giglio valuta i suoi OGGETTI ANTICHI.

Per richiedere una valutazione competente dei suoi oggetti antichi potete contattarci utilizzando i recapiti presenti alla pagina CONTATTI,
oppure potete inviarci tutte le informazioni sull’oggetto, comprensive di fotografie, riempendo i campi del MODULO ONLINE  nella colonna destra di questa pagina.

Non esiti a contattarci anche per richiesta maggiori informazioni sui nostri servizi o sui nostri oggetti d’Alto Antiquariato consultabili nella nostra Galleria degli oggetti in vendita.

albo perito

Maggiori informazioni sugli oggetti antichi

Con il termine oggetti antichi ci si riferisce all’antiquariato, ovvero a quei mobili, opere d’arte o complementi d’arredo che hanno acquisito prestigio e fascino nel corso del tempo. Ogni oggetto antico reca in sé parte della storia dell’uomo: per il materiale di cui è costituito o per la lavorazione o per l’evoluzione dello stesso che testimonia come l’uomo abbia saputo ingegnarsi e far fronte alle proprie necessità oltre che sviluppare il senso del gusto e del bello.

Gli oggetti d’antiquariato sono prima di tutto belli, poiché in certe epoche l’estetica veniva prima dell’utilità ed in secondo luogo sono un grande valore in quanto testimoni del passato. Si va dagli oggetti in giada, che costituiscono  una buona parte dell’antiquariato orientale, agli orologi, ai lampadari, alle maioliche, alle statuette ai candelabri. Tutti oggetti funzionali, forgiati dal tempo che lo stesso ha reso preziosi.

Oggetti antichi – La giada

Quando pensiamo agli oggetti antichi orientali ci verrà senz’altro in mente la giada, un materiale duro, prezioso e molto antico. Già scoperto nell’età della pietra veniva adoperato per forgiare armi da caccia e con il passare del tempo, acquisendo valore, iniziano a comparire i primi gioielli. Nel 1644, la dinastia Qing, ne fece una vera e propria moda. Iniziarono ad esser creati diversi oggetti in giada, dalle statuette alle pipe, sfoggiati come simboli di status elevato giacchè i poveri non potevano permettersi un tale lusso.

La giada, simbolo di potere, veniva usata anche per urne divinatorie a forma di animale e poi per la creazione di monete. Il pezzo più antico e più raro sarebbe l’Heshi Bi un ornamento molto antico risalente al 770-476 a.C.

Oggetti antichi – I candelabri

I candelabri antichi nascono dall’esigenza dell’uomo si avere un lume in casa per far fronte al buio. Originariamente vennero concepiti come semplici cilindri metallici che vengono poi riuniti per sostenere più candele. Si sa per certo che quest’invenzione ha avuto origine in Grecia dove veniva adoperato per illuminare i templi.

Si distinsero per l’ingegnosità dei modelli, gli etruschi che idearono i candelabri a quattro braccia. I primi candelabri antichi in bronzo si fanno risalire ai romani mentre i candelabri in oro si diffusero in epoca medievale anche se il modello era molto differente: uno stelo poggiato su tre piedi reggeva una coppa, contemporaneo di questo modello è il balaustro. Nel corso del tempo i candelabri vengono modificati nello stile e nella forma, evolvendosi ed allo stesso tempo semplificandosi.

Oggetti antichi – I lampadari

Dalla candela si passò alla lampada con l’avvento dell’elettricità. Inizialmente però, il lampadario fu predisposto proprio per sostenere delle candele poste a raggiera sostenute da un braccio centrale appeso al soffitto. Si diffusero nel medioevo, epoca in cui presero la forma di cerchi e di croci, semplici, di ferro e di linee rigide come in uno nello stile gotico. Nel Rinascimento s’iniziò a lavorare su diversi metalli e comparvero lampadari di vetro e di porcellana, nonché piccoli lampadari da muro ovvero le appliques. Nel 1700 i lampadari vennero realizzati in ferro e cristallo con una struttura centrale che sosteneva i bracci con i globi terminali.

Oggetti antichi – Le maioliche

Fra gli oggetti d’antiquariato non si possono non citare le maioliche, ovvero i manufatti di acqua e argilla da cui derivano  la terracotta, la terraglia e la porcellana. Questi materiali, nel corso del tempo sono stati adoperati per produrre statuette, utensili, tegole, piastrelle e vasellame. Questi manufatti di diffusero largamente nel medioevo soprattutto dalla Spagna che ne produceva ed importava grandi quantità, anche se naturalmente gli esemplari più belli e rinomati risalgono all’epoca rinascimentale.

Oggetti antichi – Gli orologi

Fra gli oggetti d’antiquariato più preziosi troviamo ovviamente gli orologi, testimonianza del fatto che l’uomo abbia sempre in qualche modo tentato di misurare e controllare il tempo. Fra gli orologi antichi di maggior pregio citiamo gli orologi a pendolo e quelli a colonna, risalenti al settecento, mentre gli orologi più moderni compariranno sul finire dell’ottocento. Una particolarità di questi preziosi oggetti risiede nel fatto che, nati nel cinquecento, fossero non solo incredibilmente belli ed elaborati ma anche poco precisi poiché si trattava di meccanismi ancora poco evoluti. Il meccanismo preciso per eccellenza si avrà solo dopo la metà dell’ottocento ad opera degli svizzeri, noti per l’appunto per la grande fabbricazione di orologi precisissimi. Sono naturalmente da citare i bellissimi orologi da tasca che nel 1800 rivoluzionarono il modo di concepire l’orologio e tutt’ora rimangono oggetti di grande pregio.

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio