Ulteriori approfondimenti sui lampadari antichi

Antichità Giglio vende a acquista, tramite valutazione gratuita del vostro oggetto, lampadari antichi di pregio. Per proporre il Suo lampadario antico e sottoporlo alla nostra valutazione, utilizzi il modulo alla sinistra di questa pagina. Per consultare la galleria dei pezzi d’antiquariato in vendita, acceda alla sezione “in vendita”.

lampadario vittoriano anticoNella sua forma originale i lampadari antichi erano costituiti da bracci in ferro battuto con dei bracci reggi candela, le innovazioni dell’epoca barocca conducono all’arricchimento delle forme decorative che comportano l’utilizzo sempre maggiore del legno più facile da intagliare. Volute e forme floreali si estendevano lungo un corpo centrale principale.

L’età vittoriana si riferisce agli anni compresi fra il 1840 ed il 1900, periodo che copre l’epoca di reggenza della Regina Vittoria d’Inghilterra. Il suo nome denota una fase in cui l’Inghilterra si trovò a vivere un periodo in cui raggiunse il suo massimo potere e prestigio. L’illuminazione in epoca Vittoriana comprendeva elementi antichi ed elementi innovativi che caratterizzarono tutto il diciannovesimo secolo, non esiste un vero e proprio stile vittoriano, in realtà le maggiori tendenze non provenivano dall’Inghilterra ma dalla progettazione illuminotecnica americana ed europea.

I progettisti americani, infatti, hanno preso le caratteristiche principali dei vari stili e le hanno modificate incorporandole ai propri disegni.

L’America era un crocevia di culture, immigrati da ogni parte del mondo giungevano in America portando con sé la propria cultura, le proprie idee e le proprie capacità come artigiani ebanisti. Questa commistione di tendenze e capacità creò uno stile di illuminazione americano che andava ricalcando le tendenze europee implementandole.

Durante il periodo rinascimentale (1840-18185) si assiste all’unione d’influenze italiane e influenze francesi, l’architettura è basata su quella greca e romana, i palazzi erano mastodontici e riccamente decorati in particolar modo nel tardo rinascimento.

Molte delle luci a gas avevano per decorazioni motivi naturali, animali, trofei, colonne e volti umani, in questo periodo le forme erano massicce e rettangolari.

Durante il Rococò (1840-1860) la decorazione dei lampadari antichi sono enormemente elaborate e intricate, erano tipiche le volute asimmetriche e curve, sontuose cornucopie, uccelli, fiori, frutta e foglie, in questo periodo il lampadario, concepito come vero e proprio elemento d’arredo si arricchisce di pendagli di cristalli che riescono a creare ricchi giochi di luce..

Nel periodo gotico erano particolarmente utilizzate decorazioni a forma di quadrifoglio, trifoglio, pinnacoli, archi a sesto acuto e colonne di derivazione medioevale.

Nel corso dell’epoca del secondo impero (così nominato per la reggenza di Napoleone III) sono utilizzati dei moduli all’italiana, ricchi di decoro e cristalli, si introducono nuove forme “a mongolfiera”, “a festoni” a “pagoda” ricche di fili di perline piccoli cristalli, che conferiscono luminosità anche al corpo centrale. Il decennio denominato “movimento estetico” 1875-1885 vede l’introduzione di altri stili esotici greco, giapponese, persiano, arabo, egiziano e sono stati utilizzati nelle luci antichi e applique. I motivi della natura vengono semplificati e stilizzato e riuniti in moduli e schemi spesso combinati fra loro.

Alla fine del secolo tutto quello che era possibile inventare fu inventato, ogni stile immaginabile era stato utilizzato, l’illuminazione a gas stava venendo sostituita da quella elettrica che nell’arco d poco tempo sarebbe stata destinata a diventare la tipologia di illuminazione primaria.

Alla fine del secolo molti ricchi si facevano progettare le case da architetti europei i quali per i lampadari prediligevano il ferro battuto plasmato a rappresentare foglie stilizzate e frutti di bosco, di chiara ispirazione spagnola.

Lo stile neoclassico (1900-1940) divenne lo stile dominante nell’arredo degli edifici, la simmetria greco-latina e gli ornamenti classici sono stati utilizzati per la realizzazione dei lampadari antichi dell’epoca.

In opposizione a tutti i vari revival gli esponenti del movimento Arts and Crafts (1895-1910) si ribellavano alla produzione di massa e invitavano gli artisti a realizzare i loro pezzi singolarmente a mano, in questo periodo le illuminazioni erano molto semplici e simmetriche.

In contrasto alle scuole accademiche alla fine del XIX si assistette alla nascita di un nuovo stile che fu chiamato Art Nouveau, tale  movimento trova la sua massima espressione in Europa ed in America, lo stile delle decorazioni dei lampadari era incentrato sulla rappresentazione della natura e sulla bellezza delle donne. Si introducono globi di vetro e bronzo.

Lo stile Tudor divenne molto popolare nel 1920 soprattutto nelle case di periferia, basato su ispirazioni tardo medievali, i lampadari antichi erano costituiti principalmente da ferro battuto e cristalli.

Anche i lampadari di ispirazione coloniale del 1910-1940, periodo indicato come neo georgiano, erano realizzati in ferro battuto.

E’ con l’art decò che si assiste al mix di diversi stili moderni di arte decorativa le cui caratteristiche principali erano derivati ​​da vari stili di pittura d’avanguardia del primo Novecento e inseriti nelle  luci.

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio