Argenti antichi

valutazione di argento anticoAntichità Giglio è specializzata nella valutazione di argenti antichi di pregio.

Per sottoporre a valutazione il suo oggetto d’antiquariato in argento, ci contatti senza alcun impegno utilizzando il MODULO ONLINE nella colonna destra di questa pagina. Tramite questo modulo le sarà possibile anche allegare delle fotografie del suo oggetto in argento, in modo tale da poter riceve una stima tecnica il più accurata possibile.

Antichità Giglio è una garanzia nel settore dell’Alto Antiquariato; mettiamo a disposizione tutta la nostra esperienza per offrire un servizio che vada totalmente incontro alle esigenze dei nostri clienti.

NON ESITI A SOTTOPORCI IL SUO OGGETTO

 

Di seguito la lista completa della tipologia di oggetti che valutiamo oltre agli argenti antichi:

lista-antiquariato-roma

Panoramica generale sugli Argenti antichi

L’argento è uno dei metalli lavorati più antichi, dalle tombe dei sumeri a periodi storici ancora precedenti, passando per gli scavi archeologici del Sud America o quelli etruschi.

I Romani furono tra i primi a valorizzare la produzione degli argenti antichi. Dopo la caduta dell’Impero Romano, bisogna attendere il ‘400 perché l’argento diventi parte integrante della vita quotidiana: dai soprammobili, agli utensili, all’igiene personale, ai centrotavola. Questo è il periodo in cui nascono le corporazioni di arti e mestieri.

Non è un caso se proprio in questo periodo cominciano a nascere le prime corporazioni delle arti e mestieri che si interessano nello specifico alla lavorazione degli argenti antichi.

La punzonatura vide le prime applicazioni a Bisanzio a partire dal VII secolo; comparve in Europa diversi secoli dopo, precisamente in Francia, ma solamente nel secolo XIII.

Quali sono le lavorazioni degli argenti antichi

Traforo: tecnica consistente nel ritagliare la superficie del manufatto per motivi decorativi e pratici. Dalla martellatura di un cesello dalla punta affilata, si è passati all’utilizzo di trafori manuali e meccanici.

Cesellatura: è la decorazione a freddo degli argenti antichi. Questi sono deformati col cesello, uno strumento composto da una piccola asta lunga 10-15 centimetri,  con varie forme all’estremità, per effettuare le diverse lavorazioni. Gli argenti antichi vengono così lavorati fissando la lastra su un supporto coperto di pece, dove saranno abbozzati i disegni sul retro per poi ottenere i bassorilievi.

Incisione: con questa lavorazione gli argenti antichi vengono scavati in modo da realizzare un disegno unitario, con un strumento composto da una punta affilata detto bulino, con il quale si asporta l’argento.

Filigrana: con essa i metalli vengono trafilati e ridotti in fili molto sottili che, attorcigliati e intrecciati, formano disegni molto articolati che rievocano l’arabesque.

Niello: uno o più solfuri metallici prodotti in modo diverso in base alla composizione chimica, utilizzati per decorare l’argento. Il materiale era utilizzato già in epoca classica e proviene dall’area del Mar Nero.

Come effettuare il primo acquisto d’argento

antico bacile in argentoGli argenti antichi sono stati sempre sinonimo di ricchezza. Venivano, infatti, utilizzati per agghindare la casa, o come doni a personaggi noti: si pensi all’argenteria sacra delle Chiese o tanto amata dai prelati. Questi oggetti sono stati sempre impiegati per diversi e svariati utilizzi.

Per gli amanti degli argenti antichi le migliori produzioni sono quelle provenienti dalla Russia, Francia, Inghilterra, Germani, Belgio, Italia, Spagna, Svezia, Austria. Sicuramente gli altri paesi vantano una buona produzione, ma non certo ai livelli di eccellenza come nei casi sopraccitati.

Per acquistare l’argento bisogna capire prima di tutto il perché si acquista e cioè se per arredare la casa o investire.

Gli argenti antichi creano sempre ambienti di grande eleganza estetica, purchè si tratti di pezzi di buona qualità. Quando l’acquisto è orientato all’arredamento ricordiamo che i mercatini di antiquariato offrono degli ottimi prezzi.

Le ricerche on-line e le pubblicazioni sul tema possono essere molto utili nell’acquisto degli argenti antichi. Ogni periodo ha un preciso stile. Il segno più evidente è rappresentato dai marchi di garanzia, ovvero i punzoni, attraverso i quali si può effettuare una ricerca esatta della datazione dell’oggetto. La punzonatura in genere riproduce i simboli degli artigiani esecutori e in quelli meno datati, anche il grado di purezza del metallo.

Gli argenti antichi sono purtroppo spesso oggetto di contraffazione per quanto non sia un’operazione sicuramente semplice. Il sistema di marcatura dei punzoni consente di capire quando si tratta di copie e non di originali. Ad esempio, attraverso i  punzoni si può capire se un argento inglese è contraffatto rispetto ad un argento contemporaneo ad esempio del ’700 o ’800 ma di altra manifattura, magari spagnola. E’, inoltre, importante effettuare una ricerca circa la provenienza dell’oggetto.

Il reale valore dell’argento

L’argento, è tra i metalli preziosi quotati in borsa. Dal 2011 la quotazione degli argenti antichi riesce a toccare i 680 Euro escludendo, però, l’IVA.

Il prezzo pagato per l’argenteria non curata a titolo 800 oppure 925 non andava oltre, in passato, i 100 Euro al Kilogrammo. Oggi, invece, si possono raggiungere i 300 Euro il Kilogrammo, con pagamento solitamente immediato sottoforma di contanti.

L’argento moderno in passato era venduto al dettaglio con prezzi che oscillavano tra gli 0,8 e 1,5 Euro al grammo, IVA inclusa, in base al titolo e alla tipologia del metallo; oggi il prezzo si aggira tra 1,2 euro e 2 Euro il Kilogrammo, intendendo prezzi al dettaglio comprensivi di IVA.

Se si tratta invece di argenti antichi e lavorati a mano, il prezzo del prodotto, dati i livelli di rifinitura e l’epoca, sono sicuramente maggiori.

I fattori che determinano il prezzo degli argenti antichi

antico candeliere in argentoSe gli argenti non sono facili da reperire, generalmente la domanda supera l’offerta. Un fattore importante è rappresentato dall’area di provenienza degli argenti antichi: gli argenti italiani sono solitamente più rari e più complicati da reperire rispetto a quelli inglesi, ciò significa avere un prezzo maggiore.

Lo stato di conservazione degli argenti antichi è un altro elemento determinante.

Sono accettate leggere rigature, indentazioni e imperfezioni che incideranno sul prezzo ma non tanto quanto i difetti come: macchie nere non facili da rimuovere, buchi, saldature, sostituzioni, alterazioni, che provocano un massiccio crollo del prezzo.

Un altro fattore che determina il deprezzamento è sicuramente l’errata pulizia dell’argento che può, se non fatta correttamente, condurre alla rimozione della patina.

Il valore degli argenti antichi cambia, inoltre, in base alla tipologia dell’oggetto. Nell’argenteria inglese del ’700 ed ’800, le caffettiere sono più costose delle teiere a causa della loro minore disponibilità sul mercato dell’argento. Si pensi poi agli oggetti da collezione come le scatolette per il thè.

Per comprenderci, dunque, il valore dell’argento non può essere al di sotto di quello del metallo grezzo e quello degli argenti antichi non può risultare inferiore a quello di un manufatto di tipo moderno di pari qualità, a meno che non si tratti di oggetti di altissimo valore.

Il processo di invio immagini è in corso, si prega di NON ESEGUIRE NESSUNA OPERAZIONE fino al completamento dell'invio.
Questo processo potrebbe richiedere un tempo che può variare da pochi secondi fino ad alcuni minuti, poichè la velocità di caricamento dipende da diversi fattori:

  • il numero di immagini inviate
  • la dimensione di ogni immagine
  • la velocità della connessione internet
  • la stabilità della connessione internet (nel caso di connessioni mobili)

Se entro 5 - 6 minuti non vedete comparire un messaggio di "Invio Completato", potete presumere che il processo di invio non andrà a buon fine.
In tal caso ci scusiamo per il disagio e vi preghiamo di inviare direttamente le immagini al seguente indirizzo email: info@antichitagiglio.it

Molte grazie
Lo staff Antichità Giglio


Caricamento immagini in corso ... antichità giglio